Vomero, ieri sera aggredita e molestata una ragazza



Vomero

Vomero, ieri sera una ragazza di diciassette anni, è stata aggredita da un gruppo di ragazzi ed è stata molestata da un uomo

In via Caldieri, quartiere Vomero, ieri sera un gruppo di ragazzi ha aggredito e molestato sessualmente una ragazza, una studentessa liceale di 17 anni.

La giovane è stata fermata con la solita scusa di un’informazione, da un uomo sulla quarantina, riconosciuto proprio dalla studentessa che racconta di essere già stata importunata nei giorni precedenti dallo stesso, appartenente all’organizzazione fascista CasaPound. Ma questa volta non si è fermato…

L’ha afferrata, presa e sbattuta con violenza contro un muro minacciandola con un coltello, per poi molestarla sessualmente.

Secondo la testimonianza della ragazza, il molestatore non era da solo, ma con lui c’erano altri due uomini che “sorvegliavano” la zona.

Per fortuna la violenza non si è consumata del tutto, in quanto la ragazza ha avuto la forza, nonostante le minacce e il coltello puntato al collo, di urlare ed attirare l’attenzione dei passanti che hanno notato la scena.
I quattro uomini sono riusciti a fuggire.

Purtroppo la giovane è stata anche ferita al collo, riportando un taglio:

Vomero

La ragazza è stata molestata per giorni, colpevole, a quanto pare, di avere un’ideologia contraria a quella dai malviventi, identificata infatti per uso e costumi all’area attivista dei collettivi studenteschi.

Un‘aggressione accaduta proprio successivamente alle minacce da parte di Casapound, ai ragazzi dei collettivi che nel corso di un’iniziativa di pulizia della zona antistante alla succursale del Pansini, che avevano “osato” stracciare degli striscioni inneggianti all’odio e al razzismo.

Il collettivo, gli studenti e l’area universitaria si riunirà oggi alle 13:30 in una conferenza stampa a Piazza Quattro Giornate, per denunciare pubblicamente l’accaduto. Sarà presente la ragazza aggredita, con i suoi familiari e compagni di scuola, le sue insegnanti, tutti i cittadini solidali.

 

Leggi anche