9 Novembre 2020

Tragedia, bimbo incastrato nella cinghia del passeggino. Muore soffocato

neonato ustionato portici

Tragedia a Pordenone: un bimbo di 9 mesi, incastrato nella cinghia del passeggino, muore soffocato

Lorenzo era un bimbo di 9 mesi, morto in seguito ad una crisi respiratoria. Era nel passeggino dormendo. La tragedia a Pordenone.

Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta. Secondo le prime ricostruzioni, il bimbo avrebbe cercato di scendere dal passeggino ma era rimasto incastrato nella cinghia di sicurezza. A causa della cinghia poi la crisi respiratoria e il conseguente soffocamento.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Gazzettino la tragedia si sarebbe consumata lo scorso venerdì 6 novembre. Si trovava a casa dai nonni che nello svegliarlo, si sono accorti che il piccolo respirasse a fatica.

È stato trasferito d’urgenza all’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone perché non riusciva a respirare bene. Nonostante gli sforzi medici, è deceduto poco dopo l’arrivo al pronto soccorso.

La squadra mobile di Pordenone si è recata sul posto per ricostruire l’accaduto e ieri è stata anche effettuata una prima ispezione della salma.

Lorenzo avrebbe cercato di scendere dal passeggino rimanendo però incastrato in una cinghia di sicurezza che lo avrebbe soffocato. Ma si tratta comunque di ipotesi.

Sul tavolo c’è anche la morte come conseguenza di altro reato, l’omessa sorveglianza da parte dei nonni del bimbo che, come atto dovuto, sono stati inseriti nel registro degli indagati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.