Smaltimento rifiuti: blitz della finanza al comune di Napoli



smaltimento rifiuti

Lo smaltimento rifiuti nuovamente protagonista della cittadina napoletana. Indagato il comune per non aver versato oneri dal 2005 fino al 2009

Gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, su delega della Procura contabile regionale, si sono presentati ieri mattina a Palazzo San Giacomo per acquisire alcuni atti che possano aiutare a chiarire l’inchiesta iniziata ai danni del comune. L’accusa è quella di non aver pagato vecchi oneri per lo smaltimento dei rifiuti.

Tutta la vicenda ha inizio in seguito ad una richiesta dell’Uta (unità tecnica amministrativa), che fa capo alla Protezione civile, per il pagamento di 92 milioni di euro per oneri relativi allo smaltimento rifiuti non versati nel periodo dal 2005 al 2009. In seguito a ciò è saltato fuori anche un decreto ingiuntivo da 66 milioni risalente ad un anno fa, debiti riconosciuti nelle convenzioni del 2008 e del 2012.

Attualmente, l’indagini si trova nelle mani della Corte dei Conti che deve fare luce sull’accaduto. Secondo alcune prime ipotesi investigative sarebbero stati iscritti a bilancio circa 25 milioni su 92, con gli interessi a tassi commerciali che continuano a crescere superando il 10% l’anno.

Leggi anche