Rapinatore di Casalnuovo arrestato, riconosciuto dai social



rapinatore

Rapinatore di Casalnuovo e Sant’Anastasia arrestato, è stato riconosciuto grazie ai social

Dopo alcuni mesi di ricerche e segnalazioni varie, il rapinatore che derubava i distributori di benzina di Casalnuovo e Sant’Anastasia, oggi è stato finalmente arrestato.

Le rapine hanno avuto inizio nel mese di Agosto.
I distributori presi di mira erano appunto quelli collocati presso i paesi citati.
La dinamica della rapina era sempre la stessa.

Dopo aver atteso la chiusura dei distributori, l’uomo ben coperto, per non essere riconosciuto, e armato di pistola, metteva a segno il suo colpo.

Arduo e lungo è stato il lavoro fatto dai carabinieri per individuare l’identità del rapinatore.
Tuttavia, ciò è stato possibile grazie ad alcune immagini reperite dalle banche dati di alcune telecamere di sorveglianza, dai social network e dall’ascolto di alcuni testimoni.
L’uomo, è stato infatti riconosciuto grazie ad alcune foto che egli stesso aveva postato sui social.
Nelle quali indossava gli stessi abiti ripresi dalle videocamere durante una delle sue rapine.

Il riconoscimento è stato possibile anche grazie ad un problema al braccio che il rapinatore aveva avuto durante un agguato, e che da allora gli aveva impedito di stendere il braccio completamente, un altro indizio estrapolato e individuato dai video.

L’uomo è stato così trovato ed arrestato, come riportato da Napoli Today.
Si tratta di un 35enne, accusato di rapina a mano armata di tre distributori di carburante a Casalnuovo e a Sant’Anastasia, avvenute tra il 14 e il 17 Agosto, di cui uno è stato preso di mira due volte.
L’ammontare del furto complessivo è di circa 2000 euro.

I Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna si sono occupati del suo arresto, in seguito all’ordinanza prevenuta dal G.i.p del Tribunale di Nola su richiesta della Procura, dell’obbligo di custodia cautelare in carcere.

 

Leggi anche