Melito, sequestrata fabbrica di calzature clandestina



napoli

La Guardia di Finanza di Napoli ha disposto il sequestro di un opificio clandestino per la produzione di calzature a Melito, in provincia di Napoli

Scoperto un opificio clandestino a Melito di Napoli. Al suo interno, come appurato dalla Guardia di Finanza, lavoravano otto operai impiegati in nero.
La scoperta da parte delle forze dell’ordine rientra nel più generale quadro dell’attività sul territorio a contrasto dell’economia illegale.

Nello specifico, i finanzieri del gruppo di Giugliano in Campania, durante lo svolgimento di un’operazione volta all’individuazione di evasori totali e paratotali, hanno scoperto uno stabilimento calzaturiero completamente sconosciuto al fisco.

I titolari dell’opificio lavoravano senza alcuna autorizzazione. Nel corso dell’ispezione effettuata dagli uomini della Guardia di Finanza, è emerso che all’interno della fabbrica erano impiegati otto lavoratori, tutti italiani, che lavoravano in nero, senza regolare contratto.

A seguito dell’ispezione è stato disposto il sequestro dell’opificio, oltre al sequestro di 24 macchinari per la produzione e l’assemblaggio di calzature, 2600 prodotti semilavorati, vernici e solventi utilizzati per la lavorazione delle scarpe. Il titolare dell’attività illegale è stato immediatamente denunciato.

Leggi anche