Figlio di un boss: “Dissociamoci, la camorra è ignobile”



figlio

Il figlio di un boss scende in piazza e grida: «Amo mio padre, ma questo amore non può trasformarsi in stima. Invito tutti i figli di camorra a dissociarsi»

Il figlio di un boss, Antonio Piccirillo, fa sentire la sua voce durante la manifestazione “DisarmiAmo Napoli” a Piazza Nazionale a sostegno della legalità.

Come riportato dal Corriere della Sera, il giovane – figlio del pregiudicato Rosario Piccirillo – ha urlato al megafono: «Salve a tutti, io sono Antonio Piccirillo, figlio di Rosario Piccirillo, che purtroppo ha fatto delle scelte sbagliate nella vita. E’ un camorrista. Lo dicono i giudici, i giornali, le istituzioni. Io voglio lanciare un messaggio a noi figli di queste persone: amate sempre i vostri, ma dissociatevi assolutamente dal loro stile di vita. Sono stili di vita che non pagano. Ci avete pregiudicato per tutta la vita e se noi figli non faremo passi in avanti in positivo, rimarremo fossilizzati in questa cultura che non paga, priva di etica, di valori, di tutto. La camorra ha sempre fatto schifo, oggi come 50 anni fa, è sempre stata ignobile. I camorristi non rispettano nessuno».

La folla ha applaudito alle parole del giovane che era accompagnato da Dario, luogotenente di Piccirillo, che ha aggiunto: «Ero luogotenente di Piccirillo. Sono stato in galera, ho scontato la pena. Chiedo ai ragazzi come me di di dissociarsi, di costruirsi una vita diversa».

Leggi anche