De Luca: in arrivo bonus economici; ristoranti aperti giovedì

pensioni raddoppiate campania
Immagine di repertorio De Luca

De Luca annuncia un possibile slittamento delle riaperture da lunedì 18 a giovedì 21 maggio; in arrivo gran parte dei bonus economici

“Premesso che solo oggi saranno date le linee guida del governo, quelle dell’INAIL sono incompatibili con l’avvio di alcune attività economiche”. Così ha dichiarato, durante la consueta diretta social, Vincenzo De Luca, presidente della regione Campania.

“La regione prenderà misure diverse per la ristorazione e attività balneari. Il distanziamento di 2 metri significa che il 70% delle attività non aprono. Credo che i ristoratori non avranno nemmeno il tempo per prepararsi. Farò in queste ore colloqui con camere di commercio e associazioni di categoria per aprire tutto giovedì 21 maggio non lunedì 18. Ci vorrà sicurezza, mettendo i ristoratori al riparo da sanzioni amministrative.“.

De Luca sottolinea la linea della Campania sulle riaperture durante la cosiddetta fase 2: riaprire tutto, riaprire per sempre.

Proprio per questo c’è bisogno di organizzazione e di pannelli.” – ribadisce De Luca- “A proposito di ciò, è iniziata anche una speculazione sul plexiglass. 300 euro a metro quadro? Vergognoso! Manderemo la Guardia di Finanza a fare i dovuti controlli“.

Il presidente della Regione Campania annuncia anche una documentazione video in arrivo per spiegare per bene quali sono le norme da rispettare per poter riaprire.

Daremo orari flessibili,- spiega ancora De Luca- dalle 7 del mattino alle 23, con possibilità di aprire anche nei giorni di festa”.

Poi parentesi sui bonus economici, le cui domande saranno reperibili sul sito della regione a partire da lunedì 18 maggio. “Le domande per le aziende agricole, di pesca, acquacultura e vivaisti saranno disponibili da mercoledì 20 maggio. Per gli studenti universitari, invece, bonus di 250 euro a partire da 18 maggio, domanda su piattaforma Adisu. Sono ancora in corso i bandi per i contributi alloggiativi, tramite i comuni. Abbiamo inviato all’inps tutti i dati per la cassa integrazione in deroga”- annuncia De Luca.