28 Luglio 2022

Vaiolo delle Scimmie, registrato un nuovo “primo caso” in Sardegna

Un'altra regione italiana si aggiunge a quelle che hanno riportato casi di vaiolo

vaiolo delle scimmie Campania sardegna

Anche in Sardegna è stato registrato un caso di vaiolo delle scimmie: è il primo caso in assoluto nell’isola italiana. A riportarlo è Ansa, che specifica che i laboratori dell’Aou di Cagliari, al Policlinico di Monserrato, hanno accertato la sua esistenza. Ma come sta il paziente affetto da vaiolo delle scimmie? Scopriamolo insieme.

In un comunicato, l’Azienda Ospedaliera ha fatto sapere che il paziente risultato positivo è un quarantenne residente nel sud dell’isola. L’uomo è attualmente ricoverato all’ospedale SS. Trinità di Cagliari. Di seguito, riportiamo le parole dell’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, che ha fatto sapere come sta attualmente il paziente e se è in pericolo di vita.

Il mio ringraziamento va ai medici e al personale del Santissima Trinità, a cui è da attribuire il merito di aver riconosciuto tempestivamente il problema e aver attivato tutte le precauzioni necessarie. Aver scoperto il caso dimostra come il sistema di allerta e rilevamento sia attivo e funzioni molto bene in Sardegna. Viste le lesioni cutanee il pneumologo ha richiesto una diagnosi clinica approfondita. È stato quindi attivato il laboratorio dell’Aou di Cagliari per eseguire i test sul materiale prelevato. In meno di dieci ore la conferma. È il primo e unico caso accertato, attualmente è in cura con terapia antivirale mirata ed è in condizioni discrete. Verranno intanto estesi i controlli e valutati i contatti, ma attualmente la situazione non desta preoccupazioni“.

Per fortuna, dunque, l’uomo non è in pericolo di vita. Una preoccupazione maggiore era nata dal fatto che il paziente affetto da vaiolo delle scimmie si trovasse già in un ospedale della Sardegna a causa del Covid.

Si attendono ulteriori aggiornamenti.

Leggi anche: Aggressione e tentato furto a Capodimonte: “Emergenza criminalità”.

Per consultare la pagina dell’AOU di Cagliari clicca qui.

Fonte foto: Alamy.