Tariffa Italia – proposta dei Senatori Pd per cancellare le differenze RC Auto

tariffa

Tariffa Italia: un emendamento all’esame della Commissione Industria del Senato per cancellare la proposta dei Senatori Pd sulla discriminazione delle tariffe RC Auto

Continua il braccio di ferro tra Ania e il Pd campano sulla proposta di eliminare la differenza territoriale ritenuta discriminatoria sulle tariffe RC Auto. Ricordiamo che la proposta garantisce ai cittadini virtuosi, che per cinque anni non hanno avuto incidenti, di accedere alla migliore tariffa d’Italia, a prescindere dalla provincia di residenza. L’associazione degli assicuratori Ania la definisce “illegittima e irrealizzabile“.

L’obiettivo è quello di alleggerire i premi assicurativi nelle regioni del Sud Italia, che possono essere davvero proibitivi: secondo l’ultimo bollettino trimestrale dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni Ivass, che denuncia “forti squilibri territoriali” che penalizzano “i giovani ed i residenti nei capoluoghi centro-meridionali”. Il premio medio per la garanzia r.c. auto nel quarto trimestre 2015 è pari a 439 euro (dati IVASS). La variabilità dei prezzi nel territorio rimane ampia con prezzi tendenzialmente più alti nelle regioni del Centro-Sud (comunicato stampa IVASS 24/3/16). Inoltre il bollettino Statistico del 17 marzo 2016 dell’IVASS, riporta che “la differenza tra la provincia con i prezzi più alti (Napoli) e quella con i prezzi più bassi (Aosta) è di 370 euro”.

L’associazione delle assicurazioni – ANIA -, reputa sbagliato prevedere trattamenti di favore senza considerare “le condizioni di rischio oggettive, quali la qualità del traffico, le condizioni di manutenzione delle strade e la frequenza dei sinistri”.

Nella giornata di ieri la Commissione Industria del Senato ha rinviato l’esame del ddl Concorrenza in seguito alle dimissioni del ministro Guidi. All’esame della Commissione vi è un emendamento del relatore che di fatto cancella la ‘Tariffa Italia’, inserita alla Camera per eliminare qualsivoglia discriminazione di carattere territoriale sulle tariffe RC Auto. Ci auguriamo che la pausa consenta un approfondimento dell’intera vicenda, a partire dal ritiro di questo emendamento”. Lo dichiarano, in un comunicato, i Senatori campani del Pd Vincenzo Cuomo, Angelica Saggese, Pasquale Sollo e Rosaria Capacchione.

Ci auguriamo – spiegano ancora i 4 Senatori dem – che questa pausa consenta un approfondimento dell’intera vicenda a partire dal ritiro dell’emendamento citato, che ripropone elementi di discriminazione inaccettabili e che, in maniera fin troppo evidente, penalizza esclusivamente gli automobilisti onesti e rispettosi della legge i quali finiscono per pagare, in via esclusiva, e per il solo fatto di risiedere in Campania, il prezzo di condotte criminali imputabili ad altri. Condotte che tocca allo Stato alle compagnie assicurative reprimere”.

Infine, i Senatori, rincarano la dose sottolineando che “una misura come quella contenuta nell’emendamento pare essere costruita ad hoc per favorire le imprese assicurative, che godono di enormi benefici, mantenendo tariffe differenziate fra nord e sud del Paese. Continueremo a esprimere il nostro totale dissenso per questa modifica al DDL all’esame della Commissione e siamo convinti che mai come in questa fase politica sia necessaria molta più trasparenza e coerenza nell’assunzione di scelte che ledono la dignità e l’eguaglianza dei cittadini”.