Stadio San Paolo, si alzano le sedute vicino alle ringhiere



Stadio San Paolo - parcheggio disabili e giornalisti invaso dai parcheggiatori abusivi

Il Comune di Napoli promette uno Stadio San Paolo migliore, dove a rispondere alle polemiche della tifoseria partenopea è l’assessore allo sport Ciro Borriello

STADIO SAN PAOLO –  “Lo stadio è vecchio – spiega Borriello – e sono sicuro che gli spettatori abbiano notato anche le differenze di altezza delle gradinate che ci sono tra un settore e l’altro. Questo ha portato anche delle differenze di visibilità quando abbiamo dovuto alzare di dieci centimetri le balaustre per rispettare la legge. Alcuni posti hanno problemi e stiamo lavorando per risolverli alzando di qualche centimetro le sedute dei posti della prima fila in corrispondenza delle balaustre. La decisione di farle più alte rispetto alle precedenti, ripeto, è stata necessaria per rispettare la legge”

Queste sono le parole di Ciro Borriello che tra disagi e problematiche legate alla struttura dello stadio San Paolo, oggi ha riposto allo sfogo dei tifosi napoletani.

Come sappiamo sono tante le questioni da affrontare per il presidente Aurelio De Laurentiis e la prima è sicuramente la condizione del San Paolo.

Questa mattina a Radio Kiss Kiss, anche Alessandro Formisano, Head of Operation, Sales & Marketing, è intervenuto evidenziando le condizioni impraticabili in quel di Fuorigrotta.

Lo Stadio San Paolo, inaugurato il 6 dicembre 1959, con una capienza di circa  54726 persone non viene ristrutturato dal 1990; la tifoseria del Napoli ha da sempre patito l’inadeguatezza di uno stadio che ha visto giocare i migliori calciatori, come il grande Maradona.

Resta sempre aggiornato con Napoli.Zon, clicca qui

Potrebbe interessarti anche: https://napoli.zon.it/sebastiano-esposito-ennesimo-talento-napoletano-fuori-sede/

Leggi anche