Napoli, un commento in rete ha denunciato un caso di maltrattamento

Napoli
Fonte foto: Grande Napoli

Napoli, un commento sul blog Tripadvisor ha denunciato un caso di maltrattamento avvenuto in una piccola pizzeria del centro storico

Napoli – Un commento di una turista sul celebre blog per viaggi Tripadvisor ha denunciato un nuovo caso di maltrattamento in un locale della città partenopea.

A darne notizia, sono i nostri colleghi del quotidiano Il Mattino e di Radio Marte.

Il commento-denuncia di una turista su Tripadvisor

Il fatto è avvenuto in una piccola pizzeria a via dei Tribunali, dove un utente del celebre blog di recensioni ha postato il seguente commento sul locale:

Pizza buona, ma un po’ pesante. Il problema non era la pizza, il problema è il proprietario. Ha preso a schiaffi il cameriere perché non parlava bene italiano. Nella sala inferiore si sentivano urla, appena è salito il cameriere, abbiamo visto dei segni di uno schiaffo in faccia e abbiamo parlato con il proprietario, giustificandosi dicendo che non capiva ciò che doveva portare. Se ne sono andati tutti tranne noi che già stavamo mangiando. Addirittura una ragazza è uscita facendo quasi a botte con lei. So che i napoletani non sono così, ma questo è un animale!

Le indagini degli speakers di Radio Marte

I primi a investigare sul caso sono stati gli speakers di Radio Marte, i quali, sono riusciti a contattare il proprietario dell’account, si tratta di una ragazza originaria di Roma e di nome Francesca.

Costei ha risposto alle domande degli speakers dell’emittente radiofonica con le seguenti parole:
«[….] A ora di pranzo siamo entrati in questa pizzeria e ci hanno fatto accomodare nella sala superiore. A un certo punto, mentre aspettavamo parte delle nostre ordinazioni, sentiamo provenire da sotto urla, rumori di schiaffi e lamenti. Poco dopo, sale un ragazzino dell’est a prendere la comanda delle bibite e notiamo che ha una guancia rossa e i segni delle cinque dita. […], si vedeva che stava per mettersi a piangere. Allora gli abbiamo chiesto cosa fosse successo,[…], ma lui non capiva nulla. Si è detto dispiaciuto per quello che era accaduto, giustificandosi col fatto che il ragazzo, non capendo l’italiano, sbagliava a prendere le ordinazioni e lui aveva paura che non lo avvisasse della presenza di clienti con intolleranze o allergia. Pensava di raccogliere la solidarietà delle persone presenti in sala, invece abbiamo protestato tutti. [….]»

Alla trasmissione radiofonica La Radiazza, anche il proprietario del locale è intervenuto per esprimere il proprio parere:
«Ieri io non ero a lavoro, ma so che due miei dipendenti hanno litigato, scontro frutto di uno screzio verbale avvenuto tra loro già qualche ora prima. Si tratta di due persone che erano in prova, uno come cameriere e l’altro doveva gestire il locale quando non c’ero, ma ho già provveduto a mandare via entrambi. Nella mia pizzeria non voglio che succedano queste cose»