Universiade, altri 4 paesi aderiscono alla manifestazione

Universiade 2019

Universiade, altri quattro paesi aderiscono alla Summer Universiade di Napoli: Vietnam, Albania, Costa Rica e Paraguay. Arrivano a 125 i paesi partecipanti

Arrivano da Vietnam, Albania, Costa Rica e Paraguay, le ultime iscrizioni a Napoli 2019. Ventuno atleti e 14 preparatori che andranno ad accrescere il numero dei partecipanti che sfiora le 10mila presenze. Dal sud-est asiatico il Vietnam con 6 atleti che gareggerà in una sola disciplina, il taekwondo. L’Albania porterà 3 atleti per 3 discipline: tiro a segno, taekwondo e atletica. Dal Centro America i 6 atleti della Federazione sportiva del Costa Rica proveranno a contendersi una medaglia nell’atletica, nella scherma e nella ginnastica. I 6 atleti universitari provenienti dal Paraguay gareggeranno invece nella scherma, judo, nuoto e tennis.

Con la chiusura delle iscrizioni delle delegazioni partecipanti emerge una rappresentanza di Paesi per ogni Continente. Dall’Europa si sono iscritte federazioni universitarie di 43 Paesi. Trentuno quelle che arrivano dai paesi africani. Dall’Asia le delegazioni sono 32, dalle Americhe 16 e 3 dall’Oceania. Per tutti i 125 Paesi partecipanti l’arrivo in Campania è previsto per giovedì 27 giugno. Una settimana preziosa prima dell’inizio delle competizioni, dove atleti e preparatori oltre agli allenamenti potranno prendere confidenza con il territorio, il clima e il cibo.

Scherma: a Fisciano in pedana la figlia del Commissario Tecnico

Arrivano i primi nomi anche dalla scherma. Ci sarà, con ogni probabilità, anche Erica erica cipressaCipressa, medaglia d’argento nella Coppa del Mondo di scherma l’anno scorso. Figlia del commissario tecnico della spedizione azzurra, Andrea Cipressa. Una delle punte, assieme a Martina Senigallia, che proveranno a riempire il medagliere azzurro durante la competizione.

A Fisciano, Salerno, all’interno del campus dell’università è stato fatto un lavoro, curato nel dettaglio.
Si è proceduto alla riqualificazione di un edificio, che ospiterà le fasi finali del torneo di scherma, assieme alla costruzione di un altro, utilizzato per le gare di qualificazione e per gli allenamenti.

Ovviamente corriamo per le medaglie, sia in campo maschile che femminile – spiega Andrea Cipressa, selezionatore dell’Italia – la nostra tradizione, la forza del nostro movimento ci impone grandi risultati, anche se i vicini Mondiali porteranno via alcuni campioni, ma posso assicurare che in squadra ci saranno vincitori e vincitrici di prove di Coppa del Mondo”.