Napoli, militante Lega arrestato per detenzione e spaccio

Napoli
Napoli

Arrestato Bartolomeo Falco, vicino alla Lega. L’accusa è di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti

NAPOLI, 17 OTTOBRE – L’operazione ‘White Stone‘ ha portato all’arresto di Bartolomeo Falco, 53.

Il blitz antidroga contro il traffico di sostanze stupefacenti tra Napoli e Caserta si è concluso con il blocco dell’ex consigliere comunale di Comiziano, da poco avvicinatosi al partito della Lega. L’accusa è quella di detenzione ai fini di spaccio di una grossa quantità di cocaina.

Secondo quanto riportato da Ansa, il Falco stava per assumere un incarico di coordinamento all’interno del Carroccio. E’ di tutt’altro avviso il Carroccio che, in un comunicato ufficiale, annuncia:”non risulta avere alcuna nomina dal partito. L’ex consigliere comunale, esponente dell’Udc per lungo corso, si era da pochi mesi avvicinato alla Lega di Salvini. All’epoca dei fatti incensurato, era stato individuato dalla segreteria provinciale e annunciato a mezzo stampa come possibile referente sul territorio, ma mai alcuna nomina gli è stata affidata“.

La replica di Borrelli, dei Verdi, non si fa attendere:”Troppo facile prendere così le distanze da Falco“.