De Luca: “Non ho firmato l’accordo con il Governo” e rinvia l’apertura dei ristoranti

coronavirus de luca
de luca

De Luca, la fase due della Campania: “Non ho firmato l’intesa con il Governo” mentre l’apertura di pub e ristoranti è rinviata

De Luca, la fase due della Campania: “Non ho firmato l’accordo con il Governo”.

Domani, lunedì 18 maggio, l’Italia ripartirà, dopo due mesi di lockdown, con nuove aperture e l’allentamento delle misure restrittive.

Ieri sera il Presidente del Consiglio Conte, in conferenza stampa, ha infatti annunciato la riapertura di ristoranti, pub, bar, centri estetici e parrucchieri nonché dei musei e delle biblioteche.

Quest’oggi, però, il Presidente della Regione Campania, intervenuto nella trasmissione di Rai 3, ha tenuto a sottolineare di non aver sottoscritto l’accordo Stato-Regioni, affermando che:

“Sulle linee generali della sanità serve il parere del ministero della Salute, le responsabilità delle norme di sicurezza non possono essere scaricate sulle Regioni”.

Per quanto riguarda le aperture delle attività di ristorazione De Luca ha, inoltre, precisato che domani in Campania queste non apriranno.

C’è un clima di confusione in Italia, basti pensare che siamo a domenica pomeriggio e dovremmo riaprire lunedì mattina, così hanno comunicato all’Italia. Voglio chiarire che noi non apriamo lunedì mattina né i ristoranti, né i pub, né altro, per serietà […] Abbiamo deciso di avere un’interlocuzione con le categorie economiche per prepararli alla sanificazione, a procurarsi dei pannelli di divisione tra cliente e cliente e per agevolare l’apertura anche di piccoli ristoranti”.

Il Presidente della Regione ha, inoltre, posto l’accento sul nodo che riguarda il 3 giugno, giorno in cui è prevista l’apertura dei confini regionali e nazionali dichiarando:

“Non so che significa ‘liberare tutti’, io ragionerò il 2 giugno sera vedendo la situazione epidemiologica reale”.