De Laurentiis, sarà il nuovo proprietario dell’ Hajduk Spalato?

de laurentiis

De Laurentiis di nuovo sul mercato: “Pronto ad acquistare l’Hajduk Spalato, ma voglio parlare con qualcuno del club, non con i tifosi”

De Laurentiis, Presidente della SSCN e del Bari, torna sul mercato.

Sì, ma non sul mercato dei calciatori. Nessuno svincolato è finito nel mirino del Napoli, nessun acquisto roboante annunciato per il mercato di Gennaio.

Il patron azzurro, infatti, si è detto interessato all’acquisto dell’Hajduk Spalato, squadra croata attualmente in estrema difficoltà.

A margine dell’incontro ECA, De Laurentiis ha infatti affermato:

Se ci fosse la possibilità, comprerei anche l’Hajduk Spalato. Con un’idea seria, un progetto, potrei parlarne con qualcuno del club e pensare a fare questo investimento“.

Cosa spinge il Presidente a pensare all’acquisto di quella che sarebbe la sua terza società calcistica?

La passione per il calcio. So che la squadra croata è in difficoltà, e non posso permettere che una squadra di tradizione possa chiudere la sua storia così“.

De Laurentiis sa che l’eventuale acquisto della società croata susciterebbe reazioni tutt’altro che entusiastiche da parte della tifoseria azzurra.

Ho appena acquistato il Bari e sono stato criticato per questo, ma ciò non significa che non mi interessi l’Hajduk. Dovrebbe essere tutto analizzato bene“.

E dichiara di sperare nell’aiuto di Edy Reja:

Reja, con cui sono sempre in contatto, mi ha detto che il club è nelle mani dei fan. Questi non vogliono a tutti i costi che l’Hajduk diventi di proprietà privata. Non so se Edy verrà ad allenare a Spalato“.

De Laurentiis difende il suo progetto imprenditoriale nel mondo del calcio:

“Si lamentano che abbia comprato un altro giocattolo, che sarebbe il Bari, ma per me non lo è. E’ un progetto e mi costa soldi, ci metto conoscenza e denaro, soprattutto passione per il calcio”.

Dichiarazioni che, come oramai di prassi, faranno discutere e che giungono in un momento estremamente delicato per la squadra partenopea.

Il Napoli, infatti – reduce da due vittorie in rimonta contro Lazio e Milan e da una pesante sconfitta contro la Sampdoria – sabato affronterà in casa la Fiorentina.

Una vigilia già segnata dalle polemiche suscitate dalle dichiarazioni di De Laurentiis sul San Paolo e sulla volontà (provocatoria) di giocare la Champions al San Nicola di Bari e che sicuramente si arricchirà di nuova vis polemica per questo nuovo progetto imprenditoriale.