7 Febbraio 2024

Conferenza De Laurentiis, la verità sulla scelta di Rudi Garcia

Aurelio De Laurentiis ha mantenuto la parola data: oggi alle 11.30 ha tenuto la conferenza stampa promessa ai giornalisti.

Calcio Napoli - Credit immagine: SSC Napoli

Conferenza De Laurentiis , rinnovo kvaratskhelia, Zielinski De Laurentiis De Laurentiis, calcio napoli, Napoli Braga

Aurelio De Laurentiis aveva promesso che dopo la Supercoppa italiana ci sarebbe stata una conferenza stampa, durante la quale avrebbe raccontato tutta la verità. Quest’oggi, infatti, è avvenuta la conferenza alle 11.30 dove ha raccontato la propria verità su Rudi Garcia, il calciomercato estivo e su quello di riparazione. La conferenza si è tenuta presso l’SSC Napoli Konami Training Center di Castel Volturno.

Conferenza De Laurentiis, la verità sulla scelta di Rudi Garcia

Il presidente si è presentato puntuale alla conferenza stampa. Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, inizia la propria conferenza stampa ripercorrendo a grandi linee le due stagioni al Napoli di Luciano Spalletti, la stagione dello Scudetto, l’uscita dalla Champions League e gli attimi che hanno portato al cambio in panchina. De Laurentiis: “Molti di voi si sono chiesti perché mi sia mosso tardi per cercare l’allenatore: quando cerchi qualcuno, hai anche qualcuno che può non essere interessato. Non mi davo per vinto, volevo trovare una modalità per trattenere giuridicamente, ed era un mio diritto, ma anche amichevolmente Spalletti. Mi venne anche il dubbio che Gravina l’avesse già contattato, ma i dubbi sono dubbi e senza prove lasciano il tempo che trovano. Qual è stato il mio errore? Avrei potuto dire, ho esercitato l’opzione e tu rimani, poi andavamo allo scontro frontale e saremmo andati in causa: dovevo tenere il punto fermo, se hai vinto lo scudetto e dici di amare la città non credo che con semplicità possa cambiare, altrimenti fai pensare che non credi più nel gruppo“.

In merito alla scelta di Rudi Garcia il presidente ha dichiarato: “Garcia? Farei causa a chi gli diceva che era bollito. Credo sia stato il miglior allenatore della Ligue 1 nel 2011 ed il miglior francese di 2013 e 2014. Arriva a Roma e fa secondo con 85 punti e dieci vittorie consecutive. Poi nel 2016 viene esonerato e su quello ci sono tanti pettegolezzi. Roma con uno spogliatoio mica facile da gestire, è capitato anche a Spalletti. 2017 e 2018 fa finale di Europa League, perdendola con il Marsiglia. 2019 e 2020 fa semifinale Champions eliminando Juventus e Manchester City con il Lione. Cosa avrei dovuto fare? Nel momento in cui a Capodimonte disse di non aver visto le partite del Napoli, lo presi come se fosse un gioco. Poi più avanti ha dimostrato di voler andare per un suo percorso. Quando a Spalletti demmo i nuovi giocatori, li ha adoperati subito.

Lui perchè non ha adoperato Natan e Lindstrom? Se l’avessi subito mandato a casa, voi e la piazza cosa avreste detto? Sarebbe stata la rivoluzione. Se avessi portato subito Mazzarri come tuttofare, cosa avreste detto? Avreste detto che sarei impazzito e che avrei deciso da solo. A Garcia ho dato opportunità, quando ha ascoltato delle volte, come a Lecce, abbiamo vinto 4-0. Avete visto che ero sempre qui, mi allontanavo e faceva cose discutibili e perdevamo. Perchè l’ho mandato via? Perchè sono sceso nello spogliatoio dicendo che sbagliava a giocare così, mi disse di lasciarlo stare. O lo mandavo affanculo, o stavo zitto. All’intervallo gli dissi ‘che cazzo vuoi fare? farti cacciare?! Sto cazzo di Empoli ci crea sempre problemi, anche con Spalletti“.

La redazione di NapoliZon ti suggerisce di leggere anche: Retroscena Zielinski, ADL: “Ho offerto più dell’Inter”

Se vuoi supportare il progetto editoriale ti invitiamo a mettere mi piace alla pagina Facebook di NapoliZon.