Universiade, l’Italia porta a casa bronzo e argento

Universiadi

Nella prima giornata dell’Universiade, l’Italia non si è smentita, portando a casa varie medaglie di bronzo, in nuoto femminile, maschile e scherma

Per quanto riguarda la classe di nuoto femminile dell’Universiade, Ilaria Cusinato, nuotatrice veneta ha chiuso al terzo posto la gara dei 400 misti col tempo di 4:40.18, distaccata per due centesimi dalla statunitense Pfeifer, mentre l’altra americana Sargent si è imposta in 4:37.95 grazie a un’eccellente seconda metà di gara.

Dopo l’esordio, Ilaria Cusinato riproverà a conquistare la medaglia d’oro nei 200 misti e nei 400 farfalla. La gara è però al vaglio dei giudici per un reclamo presentato dalla britannica Abbie Wood.

Doppia medaglia di bronzo nel nuoto per la staffetta 4×100 sl femminile e maschile. Paola Biagioli, Gioelemaria Origlia, Giulia Verona e Aglalia Pezzato hanno chiuso al terzo posto alle spalle dei team USA e Giappone. Nella finale successiva, il quartetto italiano composto da Ivano Vendrame, Alessandro Bori, Davide Nardini e Giovanni Izzo ha conquistato la medaglia di bronzo dietro a USA e Brasile.

Al PalaUnisa di Baronissi, a salire sul terzo gradino del podio sono la bergamasca Roberta Marzani nella spada femminile, già medaglia d’oro agli Europei under 23 e ai Giochi del Mediterraneo 2018, e il bolognese Matteo Neri nella sciabola maschile, già Coppa del mondo under 20.

Non solo bronzi…

Matteo Ciampi regala la prima medaglia del nuoto all’Italia. Il ventiduenne romano ha conquistato l’argento nei 400 sl con il tempo di 3.50.04. Secondo posto dietro il giapponese Yoshida, Ciampi studia all’Università Roma Tre ed è alla prima esperienza all’Universiade. Il nuotatore è reduce dal successo al Settecolli di Roma, dove ha vinto la medaglia d’oro nei 200 sl, e parteciperà ai prossimi Mondiali di Gwangju.

Per altri articoli, clicca qui