Universiade, la Ginnastica artistica punta al podio

Universiade 2019-2

Universiade, la Nazionale Italiana di Ginnastica artistica punta al podio con Lara Morì. Sono 750 i giornalisti accreditati

Lara Morì è l’asso nella manica della nazionale italiana femminile di ginnastica artistica che sarà in gara all’Universiade. Le competizioni che si svolgeranno al PalaVesuvio di Napoli dal 3 al 7 luglio.
Con due argenti in Coppa del Mondo tra Baku e Doha  ora la sfida, il podio alla XXX Summer Universiade di Napoli 2019.
Ancora, tre ori vinti ai Giochi del Mediterraneo a Terragona lo scorso anno, il trionfo agli Assoluti di Riccione nel corpo libero, poi i due podi in Coppa del Mondo nel 2019.
Lara MorìMorì ora si allena cinque ore al giorno in vista di Napoli 2019, esercizi alla trave e nel corpo libero.
In un comunicato ha spiegato: “Mi sto allenando intensamente dopo aver disputato l’ultima gara di Serie agli inizi di maggio l’Universiade è un’occasione straordinaria, ho vissuto un’esperienza del genere lo scorso anno ai Giochi del Mediterraneo, culture differenti, usi differenti, non solo sport ma la possibilità di crescere come individui, non vedo l’ora che inizi la competizione”.

Stefania Bucci, allenatrice di Lara Morì, per le chances di medaglia punta sulle esibizioni a corpo libero e alla trave. Ma la ginnasta azzurra sarà in gara anche nel volteggio e nelle parallele asimmetriche.

La Bucci poi dichiara: “Le avversarie non mancano, dalle russe alle americane, ma si gioca in casa, in una competizione fantastica, darà tutto per essere su quel podio”.

Accrediti media da 53 paesi

Sono circa 750, tra giornalisti, fotografi e commentatori tv, provenienti da 53 Paesi, gli accreditati alla 30^ Summer Universiade Napoli 2019.
Più di cinquecento sono italiani, mentre dall’estero i più numerosi arriveranno dalla Cina. Tra gli accreditati anche i giornalisti della Xinhua News Agency, la maggiore e più antica delle due agenzie di stampa ufficiali della Repubblica Popolare Cinese.

La maggior parte degli accrediti riguarda giornalisti, circa 260; un centinaio i fotografi e oltre 120 i commentatori televisivi. Una ventina invece le radio italiane ed estere che seguiranno la manifestazione. Gran parte dei rappresentati dei media che arriverà a Napoli e in Campania per l’evento è di sesso maschile, mentre le donne sono circa 160. Altre curiosità riguardano l’età anagrafica: il più anziano degli accreditati è un giornalista austriaco di 76 anni; il più giovane una fotografa italiana di 18 anni.