Suicidio all’interno del Carcere di Poggioreale, è il quarto in un anno

Suicidio
fonte: Nell'Attesa

Suicidio all’interno del Carcere di Poggioreale, secondo il garante dei diritti è un fallimento delle istituzioni nei confronti dei carcerati

Nuovo suicidio all’interno del Carcere di Poggioreale, nella periferia di Napoli.

Un detenuto di 39 anni si è tolto la vita all’interno della sua cella situata al terzo piano nel padiglione Roma.

A darne notizia è il quotidiano il Mattino.

In seguito alla messa mattutina per la festa di San Basilide, patrono degli agenti di polizia penitenziaria, i lavoratori dell’istituto penitenziario hanno recitato una preghiera per il detenuto Antonio U.

Samuele Ciambrello, il garante dei diritti dei detenuti della Regione Campania, ha dichiarato che la morte di questo carcerato è da definirsi una sconfitta per le istituzioni.

“[….] Quarto suicidio in Campania dall’inizio dell’anno, ventitré in tutta Italia. Ogni morte in carcere e di carcere è un fallimento per tutti noi (politica, magistratura, operatori penitenziari, società civile).”

Infine, Ciambrello ha paragonato San Basilide agli agenti della polizia penitenziaria, ambedue svolgono la loro missione con umiltà.

“Il martire accompagnava, come soldato, i condannati al luogo del supplizio. Anche oggi gli agenti di polizia penitenziaria compiono la loro missione con semplicità, dignità, umanità e spirito di iniziativa.”

Potrebbe interessarti: Furto con strappo nel napoletano, 28 finisce in manette