Scioglimento Consiglio Comunale ad Arzano: annullate le elezioni

scioglimento consiglio comunale arzano

Per la terza volta consecutiva arriva ad Arzano lo scioglimento del consiglio comunale in vista delle prossime elezioni…

Nella seduta del 25 Ottobre, il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha deciso lo scioglimento dei Consigli Comunali di Crucioli e Casabona, entrambe province di Crotone.

La decisione della proposta deriva in seguito ad alcuni accertamenti, che hanno confermato l’opinione secondo cui vi fosse una forte influenza della criminalità organizzata che comprometteva e condizionava il buon andamento dell’amministrazione.

Lo scioglimento dei Consigli Comunali di Crucioli e Casabona non rappresentano, però, un evento isolato.

Infatti, anche ad Arzano, a pochissimi giorni di distanza dalle votazioni, il Ministro Salvini propone lo Scioglimento dei Consigli.

Si tratta, in questo caso, del terzo scioglimento consecutivo.

Le modalità che hanno spinto a tale decisione sono state le stesse già citate nei precedenti comuni.

Anche ad Arzano, dopo accurati e scrupolosi accertamenti, l’ingerenza della criminalità organizzata è stata abbastanza evidente, tanto è vero che  è stata nominata una commissione straordinaria per la gestione momentanea di attività di ordinaria amministrazione.

Trattandosi di un fatto esclusivamente eccezionale, lo scioglimento del Consiglio è previsto esclusivamente in soli due casi imposti dalla Legge:

  • Per il compimento di atti contrari alla Costituzione, compromissione dell’ordine pubblico, importanti violazioni di leggi;
  • Per l’impossibilità di continuare ad assicurare il corretto funzionamento degli organi e servizi per ragioni di varia natura, come dimissione del sindaco o mancata approvazione del bilancio.

A tal proposito ecco che la forte ingerenza della criminalità risulta essere una motivazione di grande rilievo, come stabilito anche dall’articolo 143 del decreto legislativo 267/2000.

Nel corso della stessa seduta, inoltre, si è deciso anche di attuare alcuni interventi:

La concretezza delle azioni della pubblica amministrazione, la prevenzione dell’assenteismo, introduzione del documento unico di proprietà e di circolazione per i veicoli registrati, il ripristino delle Carriere delle Forze Armate e di Polizia.