San Giorgio a Cremano, sindaco gay sposo a settembre

san giorgio a cremano

Grazie all’entrata in vigore della legge sulle unioni civili, Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano, sposerà il suo compagno a settembre

San Giorgio a Cremano. Dopo sei anni di fidanzamento e tre anni di convivenza, Giorgio Zinno,37 anni, sindaco di San Giorgio a Cremano, potrà unirsi in matrimonio e giurare amore eterno al suo compagno.

Zinno e il suo compagno, Michele Ferrante, 35 anni, architetto, potranno infatti sposarsi con rito civile al Municipio, con una cerimonia che si terrà, stando alle dichiarazioni del primo cittadino, il 24 settembre.

Alla cerimonia parteciperanno, oltre ad amici e parenti, anche consiglieri regionali e sindaci della Campania: un bel segnale da parte della regione, che si dimostra aperta nei confronti del tema delle unioni omosessuali.

Il sindaco di San Giorgio a Cremano è stato il primo sindaco campano a dichiarare apertamente la propria omosessualità ed ora, unendosi in matrimonio con il suo compagno, otterrà un altro primato: Zinno sarà il primo sindaco gay in Italia a sposarsi grazie all’entrata in vigore della legge sulle unioni civili.

Il lieto fine della storia d’amore tra il sindaco di San Giorgio a Cremano  del suo compagno è un piccolo esempio di civiltà ottenuto grazie a delle leggi che, finalmente approvate, possono dare la possibilità a tutti di vivere in maniera libera l’amore.

Auguri agli sposi!