5 Dicembre 2022

Rapina auto Boscoreale: furto di auto e aggressione

Boscoreale: un malvivente prima sottrae l'auto, poi malmena la vittima per guadagnarsi la fuga grazie anche all'aiuto di un complice non ancora identificato

napoli bomba

RAPINA AUTO BOSCOREALE- Ieri i carabinieri di Boscoreale hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il destinatario è un uomo ritenuto “gravemente indiziato” di rapina e furto aggravato. A emettere il provvedimento il Gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della procura.

A condurre le indagini i carabinieri coordinati dalla procura di Torre Annunziata. Queste erano scattate a settembre dopo la denuncia da parte di una vittima di rapina. Il malvivente le aveva prima sottratto l’auto, poi malmenata per guadagnarsi la fuga grazie anche all’aiuto di un complice. Costui non ancora identificato.

Rapina auto Boscoreale: gli indizi di colpevolezza

I militari in circa due mesi hanno raccolto “gravi indizi di colpevolezza” a carico dell’indagato. Ad incastrarlo, le immagini dei sistemi di videosorveglianza. Queste sottoposte alla comparazione con le fotografie dell’indiziato. Peraltro riconosciuto dalle vittime. Inoltre, anche i tabulati del traffico telefonico dell’uomo sono indizio a suo carico.

L’indagato, al quale viene contestata l’aggravante della commissione del furto su beni esposti alla pubblica fede, è stato condotto in carcere a Poggioreale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Tragico incidente in costiera, 35enne perde la vita

Un 35enne di nome Massimo De Rosa, ha perso la vita dopo un tragico scontro tra una moto e uno scooter. Il ragazzo, lavorava in un noto ristorante di Positano. Lascia moglie e figlia di 4 anni