Poggioreale: prima evasione dopo 100 anni



poggioreale

Dopo oltre 100 anni di storia del famoso carcere campano di Poggioreale, la prima evasione è ad opera di un detenuto polacco

R.L., detenuto polacco prossimo ai 32 anni, è evaso stamattina dalla casa circondariale di Poggioreale. Secondo l’ANSA, era diretto alla chiesa dell’istituto per la messa del mattino ed avrebbe scavalcato i muri di cinta dell’edificio con una corda di lenzuola.
Un trucco quasi cinematografico quello imbastito dal detenuto che è sfuggito agli occhi della sorveglianza, impegnata a controllare un altro centinaio di carcerati.

Il carcere napoletano di Poggioreale, costruito nel 1914, rappresenta uno degli istituti penitenziari più antichi e importanti d’Italia. Nato per contrastare il sovraffollamento delle altre carceri italiane, non aveva mai conosciuto evasioni prima d’ora. Si registra un solo simile precedente, miseramente fallito, nel quale un detenuto cadendo dalle mura riportò anche gravi danni fisici.

Secondo Luigi Castaldo, segretario dell’Osapp di Napoli, uno dei motivi principali dell’accaduto è la scarsità di personale in cui riversa l’istituto. Poggioreale conta più di 2500 detenuti a fronte di circa 200 unità di personale addetto ai controlli. Nonostante l’encomiabile lavoro di tutti i funzionari dell’edificio si verificano spesso episodi di grave disordine, come l’evasione avvenuta in giornata.

Seguici su Facebook, clicca qui

Leggi anche