14 Dicembre 2022

Napoli, l’iniziativa della pizzeria “Dal Presidente”: pizze e bibite per i bisognosi

Un'iniziativa per i più bisognosi che è stata accolta con una certa perplessità per i passati episodi di omofobia del proprietario Massimiliano Di Caprio

napoli pizzeria dal presidente

NAPOLI, L’INIZIATIVA DELLA PIZZERIA “DAL PRESIDENTE” – In occasione delle feste natalizie, a Napoli presso la pizzeria “Dal Presidente” a via dei Tribunali, oggi mercoledì 14 dicembre dalle 15 alle 18, saranno offerte pizze, bibite e panettoni per le persone più bisognose.

L’annuncio è stato condiviso sul profilo Instagram della stessa pizzeria e dal profilo del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli: “Una bella iniziativa solidale. ‘Ciao Francesco, oggi dalle 15 alle 18 presso la nostra pizzeria Dal Presidente in via dei Tribunali offriremo ai meno fortunati una pizza, una bibita e un panettone. È Natale per tutti”, si legge sul post. Nel video Amedeo, creator per la pagina “Food Napoli”, invitava ad essere presenti all’iniziativa.

Napoli, l’iniziativa della pizzeria “Dal Presidente”: è tutto oro ciò che luccica?

Il proprietario della pizzeria, Massimiliano Di Caprio, era stato fortemente criticato lo scorso luglio per una storia postata su Instagram, in cui definiva le persone appartenenti alla comunità Lgbt come “pervertiti infelici”. In quell’occasione Di Caprio aveva infatti affermato, “Non devo essere falso viscido e lecchino dei gay e delle lesbiche: io amo e ringrazio Dio che mi ha creato uomo e questo degrado che voi umani state accettando non lo condivido, quindi per me siete dei pervertiti infelici.

Per questo motivo, molti utenti hanno commentato il video mostrandosi perplessi nei confronti dell’iniziativa: “Volersi ripulire la faccia dopo la figura di merda omofoba di quest’estate”, o ancora “Inutile provare a ripulire l’immagine. Lo sanno tutti che il proprietario della pizzeria Dal Presidente è un omofobo e un transfobico.

Leggi anche: “Natale a Portici, vietati festeggiamenti in strada il 24 e il 31 dicembre”.