1 Ottobre 2022

Napoli, annuncio razzista per un box

Napoli, un annunzio razzista per un box. La storia di Manuel è diventata virale sui social, Il Consigliere Regionale ha denunciato l'accaduto

napoli razzista

Napoli. Questa è la storia di Manuel un ragazzo di Giugliano che è nato a Napoli ed è cresciuto in un’altra città italiana, Treviso con l’esattezza. Il suo cognome non è italiano e per qualcuno è un problema. Infatti, Manuel si è ritrovato, giovanissimo, a vivere una vicenda piuttosto assurda e fuori dall’ordinario. Manuel dopo aver contattato un’agenzia immobiliare poiché in cerca di un box ha ricevuto una risposta razzista dall’agenzia. La vicenda dell’annuncio razzista a Napoli ha fatto il giro dei social provocando tanta indignazione tra le persone.

“Sono rimasto molto male per i modi usati nei miei confronti. Io ho nome e cognome ‘straniero’ ma una cosa simile non mi era mai successa. Queste persone hanno decretato la mia provenienza solo per aver letto il mio nome. Ritengo che prima di ogni altra cosa si debba avere rispetto per le persone, rispetto che in questo caso non c’è stato. Sono dispiaciuto” ha dichiarato Manuel. La triste vicenda, poi, è stata denunciata pure dal Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che ha dichiarato sui propri social quanto segue dopo l’annuncio razzista dell’agenzia di Napoli che Manuel ha ricevuto: “Razzismo e pregiudizi stanno dilagando pericolosamente nella nostra società” ha affermato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde. “Questa vicenda capitata a Manuel è a dir poco assurda, non solo perché Manuel è stato immediatamente etichettato come straniero per via del suo nome e cognome, ma anche e soprattutto perché non consentire l’affitto per ragioni di provenienza geografica è assolutamente illegale e discriminatorio. Quanto capitato a questo ragazzo ci lascia solo immaginare quanti episodi simili accadano tutti i giorni e passano tristemente sotto silenzio. Se vogliamo costruire una società migliore dobbiamo avere prima di tutto, come diceva Manuel, rispetto per gli altri, pertanto mi aspetto che arrivino almeno delle scuse ufficiali da parte dell’agenzia immobiliare in modo da riparare all’errore commesso, nella speranza che non si ripeta mai più”.

Potrebbe interessarti anche il seguente articolo: Napoli: ennesimo furto ad un negoziante nel quartiere Chiaia

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SEGUI LA PAGINA NAPOLIZON