Morti alla Solfatara: famiglia distrutta in un cratere

testimone solfatara

Tragedia alla Solfatara di Pozzuoli, famiglia distrutta in un cratere: morti padre, madre e un ragazzino. Un bambino salvo

Una famiglia distrutta, un bambino ormai senza genitori e tre morti: questi sono i tragici dati di oggi alla Solfatara di Pozzuoli. In particolare, le tre vittime hanno perso la vita all’interno di uno dei crateri. Ancora sconosciute le cause del decesso. Si tratta di un uomo di 45 anni, donna di 42 e un ragazzino di 11 anni rispettivamente padre, madre e figlio originari di Torino.

Secondo una prima ricostruzione, il ragazzino di 11 anni avrebbe oltrepassato la recinzione che limita l’accesso all’area della cosiddetta “Fangaia”, zona di ‘sabbie mobili’, con terreno friabile sul quale la vittima sarebbe scivolata per pochi metri. I genitori, nel tentativo di salvare il figlio, si sarebbero lanciati cadendo anch’essi all’interno della zona. Le tre vittime potrebbero essere morte per le  forti esalazioni di gas provenienti dai crateri – ipotesi che verrà confermata solo dall’autopsia.

L’altro figlio della coppia, un bambino di 7 anni è salvo, non essendosi mosso dal proprio posto. Tutta l’area della solfatara resterà chiusa per oggi.