7 Novembre 2022

Mina Settembre 2: record di ascolti per il finale di stagione, la terza si farà

Mina Settembre 2: la seconda stagione della serie Rai ha registrato ascolti record, preludendo all'uscita certa di un seguito

Mina Settembre 2

Mina Settembre 2 – Si è conclusa ieri sera, domenica 6 novembre 2022, la seconda stagione della fiction Rai ambientata a Napoli (perlopiù nel Rione Sanità), tratta dalla serie letteraria di Maurizio De Giovanni e interpretata da Serena Rossi nei panni della protagonista.

Già dall’audience della prima stagione era risultata vincente l’idea di trasporre televisivamente i libri dello scrittore che raccontano le vicende di Mina, un’assistente sociale quarantenne che lavora in un consultorio nei Quartieri Spagnoli.

Mina Settembre 2 ha riconfermato il grande successo di pubblico della fiction, piazzandosi sul podio negli ascolti TV di ogni settimana.

Il finale di stagione di Mina Settembre 2 ha conquistato il primo posto con 5.076.000 spettatori pari al 28.8% di share (il primo episodio ha ottenuto 5.120.000 e il 26.8%, il secondo 5.035.000 e il 31.1%), surclassando tutti gli altri programmi trasmessi in contemporanea.

Quando si registrano numeri del genere, diventa scontato portare avanti il progetto. I fan possono dormire sonni tranquilli: la terza stagione è stata già confermata, le riprese dovrebbero iniziare tra la primavera e l’estate del 2023 e con molta probabilità la serie andrà in onda nel 2024.

Lo ha annunciato lo sceneggiatore Fabrizio Cestaro in un’intervista a Fanpage, durante la quale ha rivelato anche qualche succosa anticipazione. La terza stagione di Mina Settembre potrebbe essere composta di 4 puntate anziché 6 (ancora nulla di certo) e, inoltre, gli spettatori saranno sorpresi con new entry e novità nella trama che abbandonerà il triangolo amoroso tra Mina, Domenico e Claudio (centrale nelle prime due stagioni).

Un ruolo chiave sarà invece assunto da un personaggio protagonista del caso trattato nella seconda puntata di Mina Settembre 2; si pensa a Ludovica Nasti (la Lila bambina nell’Amica Geniale) che nel finale propone all’assistente sociale di adottarla.

Rispetto alla prima stagione, in Mina Settembre 2 è stata “alzata l’asticella”, inserendo riferimenti a tematiche sociali attuali come la disforia di genere e il body shaming. La terza stagione proseguirà su questa scia, perché l’obiettivo primario della regista Tiziana Aristarco e degli sceneggiatori è quello di rendere tutto “credibile e moderno”, raccontando storie vere e quotidiane. Gli stessi casi affrontati da Mina spesso sono attinti da fatti di cronaca; come la storia di Angioletta, omaggio alla tragedia di Maria Paola Gaglione, 21enne uccisa dal fratello che non accettava la sua relazione con un transgender.

Ma come si spiega il successo che Mina Settembre sta riscuotendo? Esplicative in tal senso la dichiarazione di Marisa Laurito, entrata nella seconda stagione nel ruolo di Zia Rosa, rilasciata a La Stampa: “Con Mina Settembre noi raccontiamo una Napoli signora che nelle serie non si vede mai; aperta, con grandi spazi e le sue tante bellezze. […]In un momento tanto difficile, con la guerra, la crisi energetica, le famiglie e le aziende in difficoltà e ora anche le notizie tragiche dall’Iran, passare due ore con una serie elegante e ben girata fa bene al cuore”.

E dunque, non ci resta che aspettare la terza stagione di Mina Settembre!

Se non sei riuscito/a a seguire Mina Settembre 2, puoi recuperare le puntate su Rai Play: CLICCA QUI

Se ti è piaciuta questa notizia, potrebbe interessarti anche : Mina Settembre, dati auditel impressionanti: battuto il Gf Vip