Maurizio de Giovanni: tra fantasia e realtà

Maurizio De Giovanni, probabilmente uno dei migliori scrittori di gialli dei nostri giorni.

Libri, i suoi, che racchiudono nel loro essere mistero, affetti, amore, malinconia, felicità: tutti i sentimenti controversi di una umanità variegata, quella della Napoli degli anni Trenta, nel pieno dell’epoca Fascista, che de Giovanni descrive con brillante realismo, catapultando il lettore nelle strade percorse del commissario Ricciardi e il suo fidato brigadiere Maione.

Accanto alle indagini condotte dai due protagonisti, con il prezioso aiuto di tante importanti figure, in particolare femminili, il filo conduttore di tutte le vicende: la storia d’amore (apparentemente impossibile) tra Ricciardi e Livia; la bellissima famiglia del brigadiere afflitta da un enorme dolore dovuto alla morte di uno dei figli, Luca; il dottor Modo, medico burbero, competente, altruista e generoso. Con loro tanti altri personaggi che entrano nel cuore del lettore, come Bambinella, il femminiello del quartiere, nonché fidato amico di Maione.

Il lettore sarà talmente coinvolto dalle storie personali di ciascuno dei protagonisti, che darà loro una voce, un’intonazione, immaginerá i loro volti, le loro espressioni… Chi si lascia travolgere dalle avventure del commissario Ricciardi, non ne potrà più fare a meno.