Malaria a Napoli, ricoverati due bambini; è allarme?

malaria
Dal sito dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II

Due bambini sono stati ricoverati al Policlinico di Napoli, per aver contratto la malaria. Cresce l’ansia della gente: è allarme?

Risale a ieri la notizia della bimba di Trento, morta per malaria a soli 4 anni. Com’era possibile prevedere, tale notizia ha generato paura, shock e gran confusione nelle persone; questo, a causa della generale inesperienza, e di un’insufficiente preparazione a combattere una malattia che sembrava essere contenuta solo nei libri di Storia (almeno per quanto riguarda quella europea).

Quest’oggi, però, ANSA e il Corriere del Mezzogiorno hanno reso noto che due fratellini, rispettivamente di sette e nove anni, sono stati ricoverati nel reparto Malattie Infettive Pediatriche Policlinico Federico II, per la stessa malattia. A differenza del caso precedentemente segnalato, però, il modo in cui i due bambini hanno contratto la malattia è praticamente certo: durante un viaggio in Nigeria, loro paese d’origine.

Basterebbe evitare viaggi del genere o rinforzare le procedure di quarantena, per eliminare tale problema? Il primario del reparto in cui i bambini sono stati ricoverati ha dichiarato ai microfoni del Corriere del Mezzogiorno che, per prima cosa, bisognerebbe accettare l’esistenza del problema, il quale non si può più sottovalutare. Il problema dovrebbe essere, dunque, combattuto all’interno della società.

L’allarme malaria è, dunque, reale? Probabilmente, ma il direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica del Policlinico Federico II ha sottolineato che non siamo ancora di fronte ad una vera emergenza. Secondo quanto riportato da ANSA, quest’ultima ha dichiarato che bisogna evitare una psicosi generale, perché “[…] è abbastanza anomalo quello che è accaduto, […] è un caso di studio, ma non la norma”.