3 Gennaio 2023

Ischia, scappa dai domiciliari per picchiare la mamma: arrestata 26enne

Paura a Ischia, scappa dai domiciliari per picchiare a calci e pugni la mamma: arrestata ragazza di 26 anni. Prognosi di 10 giorni per la 50enne

Ischia

ISCHIA – Una ragazza di 26 anni è finita in manette per aver aggredito, ancora una volta, la mamma 50enne. L’ennesima aggressione è avvenuta in quel di Ischia, nella serata di lunedì 2 gennaio 2023, quando la giovane è fuggita dagli arresti domiciliari per picchiare la madre con calci e pugni. Dalle prime informazioni è emerso che la 26enne si è recata appositamente presso l’abitazione della madre per aggredirla violentemente. La donna, 50 anni circa, è finita al Pronto Soccorso dove le sono stati dati 10 giorni di prognosi per la guarigione.

Figlia picchia la madre, il caso di Ischia

I Carabinieri della compagnia di Ischia sono intervenuti in un bar di via Iasolino, nella serata di lunedì, per l’aggressione nei confronti della donna. Le indagini da parte dei militari dell’Arma hanno permesso di fare luce sulla vicenda. La 50enne, infatti, ha dichiarato di vivere una situazione di paura, in quanto vittima di continue violenze e aggressioni da parte della propria figlia 26enne. Diverse le denunce raccolte. I colleghi di Fanpage riportano che i provvedimenti giudiziari nei confronti della malvivente ci sono stati, ma evidentemente non sono bastati: “Prima una misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa emessa dall’Autorità giudiziaria a metà novembre dello scorso anno. Poi – il primo gennaio 2023 – gli arresti domiciliari, come aggravamento della misura precedente.”

L’episodio di ieri sera, dunque, non ha fatto altro che aggravare la condotta della 26enne. I Carabinieri di Ischia hanno provveduto all’arresto della giovane. Per la vittima, come riportato, una diagnosi di 10 giorni a causa delle violenze subìte. Potrebbero seguire aggiornamenti sul caso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: “DRAMMA A CORVETTO, UOMO DI 30 ANNI SI ACCASCIA SULLE SCALE DELLA METRO E MUORE