Sab - 31 Luglio 2021
HomePrima PaginaInfortunio Osimhen, parla il primario di neurochirurgia

Infortunio Osimhen, parla il primario di neurochirurgia

Covid-19

Italia
82,962
Totale casi Attivi
Updated on 31 July 2021 3:26

Dopo la brutta botta alla testa presa durante Atalanta-Napoli, migliorano le condizioni dell’attaccante Osimhen

Non un periodo fortunato per Osimhen, che tra prestazioni scadenti, Covid ed infortunio alla spalla è stato assente per molto tempo e non ha ancora convinto. Durante l’ultimo match di Serie A nel quale il Napoli ha perso per 2-4 contro l’Atalanta, Osimhen ha rimediato un forte colpo alla testa sbattendo contro il terreno.

Portato fuori dal campo in barella, il nigeriano ha ripreso conoscenza pochi minuti dopo ma è comunque stato trasportato all’ospedale di Bergamo. Rientrato poi a Napoli, date le buoni condizioni di salute, il ragazzo adesso è a riposo.
Della situazione di Osimhen, ha parlato il primario del reparto di neurochirurgia della clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Il dottor Alfredo Bucciero, incaricatosi degli accertamenti medici effettuati dall’attaccante azzurro, è intervenuto a Radio Punto Nuovo.

Queste le sue parole: “Osimhen? E’ in ottime condizioni fisiche, ha fatto una risonanza magnetica, sia del cranio sia della colonna vertebrale e ha risposto bene. Ha da poco finito un elettroencefalogramma e aspettiamo i risultati. Da un punto di vista neurochirurgico, il ragazzo sta bene e non vede l’ora di tornare in campo. Il protocollo UEFA prevede un riposo da qualche giorno a qualche settimane. Credo non ci vorrà molto anche se vi consiglio di contattare Canonico per maggiori informazioni. Questi giocatori però sono come delle Ferrari, che vanno gestite col massimo dell’attenzione. Io credo che per la fine della settimana può rientrare come attività fisica e di allenamento, ma in campo ho qualche difficoltà a pensarlo, ma la gestione diretta è del dottor Canonico. Escluso da Benevento? Faccio solo il neurochirurgo, non il preparatore né l’allenatore. Da tifoso mi piacerebbe vederlo in campo. Non vede l’ora di rientrare ed è motivatissimo, ma sarebbe negativo affrettare i tempi. Posso dire che sta abbastanza bene sia da un punto di vista generale, sia da un punto di vista neurologico. I risultati della risonanza magnetica? Un trauma come l’ha avuto lui poteva mettere in evidenza un ematoma. Noi non abbiamo lasciato nulla al caso. L’esame principale è la risonanza magnetica e non ha messo in evidenza niente di preoccupante o grave”.

Seguici su Facebook, clicca qui

LEGGI ANCHE–> GATTUSO MESSO ALLA PROVA CONTRO IL GRANADA IN EL

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE