Inaugurato studio di registrazione comunale a Pianura



inaugurato

E’ stato inaugurato a Pianura il primo studio di registrazione gratuito per i giovani dai 16 ai 29 anni, intitolato a Pino Daniele.

Inaugurato ieri 8 febbraio,presso la Casa della Cultura e dei Giovani” nel quartiere di Pianura, in via Comunale Grottole,  si tratta in assoluto del primo studio di registrazione comunale della città di Napoli.

Alla cerimonia d’inaugurazione erano presenti il sindaco Luigi de Magistris e l’assessore ai Giovani Alessandra Clemente, che per l’occasione hanno deciso di cimentarsi in una registrazione d’eccezione, scegliendo di  cantare, insieme agli altri presenti, “Un giorno all’improvviso”, un omaggio alla città di Napoli, ma non l’unico.

Lo studio di registrazione, totalmente gratuito per i giovani dai 16 ai 29 anni, è intitolato, infatti, a Pino Daniele, con tanto di targa all’ ingresso e copertina del disco “Terra Mia”, a sottolineare lo spirito con cui  si è portato avanti questo progetto, che rappresenta senz’altro un passo per incentivare la creatività e il genio artistico, nella città che ha fatto della musica un suo punto di forza. Presente all’inaugurazione il fratello del famoso cantastorie napoletano, Nello Daniele.

L’iniziativa, nata, oltre che per sostenere i talenti dei più giovani, anche per rafforzare quella che è la Rete dei Centri Giovanili Comunali dall’Assessorato, ha preso piede grazie anche al contribuito di centinaia di giovani artisti di Napoli, che hanno firmato l’appello pubblico promosso dal consigliere municipale Luigi Felaco.

A gestire la sala di registrazione sarà l’associazione presieduta da Claudio Manfra, “Articolo 45”, che si è aggiudicata il bando per l’affidamento del servizio.

La realizzazione di questo progetto rappresenta un modo di puntare sui giovani, di creare nuove opportunità, di sviluppare le aree periferiche della città, anche quelle più disagiate, partendo dalla musica, dall’arte, dalla passione, e provando a fornire un’alternativa valida alla vita di strada.

Leggi anche