Eventi, al via la Terza Giornata Nazionale della Microfinanza

eventi

Eventi: il 27 gennaio si terrà a Napoli, in via Toledo, la Terza Giornata Nazionale della Microfinanza, con importanti ospiti


Eventi: si terrà a Napoli, il 27 gennaio 2017 alle ore 9:30, presso la Sala delle Assemblee del Banco di Napoli, Via Toledo 177 (NA), la III Giornata Nazionale della Microfinanza.

Tra gli ospiti Gennaro Fusco, Presidente di Banca Popolare del Mediterraneo; Michele Gravina, Responsabile Area Sud di Banca Popolare Etica; Don Marcello Cozzi, Vice Presidente Nazionale di Libera; Leandro Limoccia, Presidente del Collegamento Campano contro le Camorre; Vincenza Amato, Vice Presidente Commissione Anticamorra Regione Campania; Massimiliano Manfredi, Componente Commissione Parlamentare Antimafia; e Serena Angioli, Assessore ai Fondi Europei della Regione Campania.

L’organizzazione di questo, che è uno dei più importanti eventi del settore, è stata curata dall’Associazione Finetica Onlus in collaborazione con ANSPC (Associazione Nazionale Studio Problemi Credito); RITMI (Rete Italiana Microfinanza); Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca; Ministero dell’Economia e delle Finanze; Ministero dell’Interno; Ente Nazionale per il Microcredito; Regione Campania; Università degli Studi di Napoli Federico II; Banco di Napoli; Banca Popolare del Mediterraneo; Banca Etica popolare; Arcidiocesi di Napoli; Fondazione Terzo Pilastro Italia e Mediterraneo; Libera contro le mafie; Contro le camorre.

La III Giornata Nazionale della Microfinanza nasce come punto di incontro su temi importantissimi, come una comune e condivisa visione del Microcredito e della Microfinanza.

Ercole Pellicanò, Presidente dell’Associazione Nazionale Studio Problemi Credito (ANSPC), ha così spiegato l’importanza di eventi come questo: “Bisogna capire cosa non ha funzionato nella fase di attuazione all’articolo 111 del TUB, ad impedire l’affermarsi della figura dell’Operatore di Microcredito. Doveva essere questa un’importante occasione per moltiplicare ed estendere l’offerta di servizi finanziari inclusivi sull’intero territorio nazionale. Solo un’offerta di prossimità, professionalmente capace e socialmente sensibile, consentirà di dare risposte a un’enorme domanda di credito attualmente insoddisfatta…

Il tema trattato ha risvolti importanti anche nel campo della  riduzione della criminalità, come evidenziato da Leandro Limoccia del Collegamento contro le Camorre: “Si sta assistendo all’attuazione di un cambiamento radicale delle strategie operative delle organizzazioni usuraie, che sempre di più, per mitigare i rischi della denuncia, tendono ad orientarsi verso i cd “nanoprestiti” (<2.500 Euro), erogati a persone con l’applicazione di interessi dal 10 al 20% al mese (120-240% all’anno), approfittando del fatto che né le banche, né le finanziarie, trovano generalmente conveniente trattare quel taglio di prestiti a tassi legali”.