Collegato al bilancio: De Luca mette la fiducia e i Cinquestelle attaccano

Collegato al Bilancio
La sede della Regione Campania

La presidenza della regione Campania, guidata da De Luca, pone la fiducia sul Collegato al bilancio campano. Il Movimento 5 Stelle insorge. “Vogliono farci pagare il prezzo di non esserci piegati al ricatto”, denuncia Valeria Ciarambino. “Questa non è democrazia, la chiamerei delucrazia”

Il Movimento 5 Stelle insorge contro la fiducia sul Collegato al bilancio in Campania posta dal presidente De Luca.

Collegato al Bilancio
Valeria Ciarambino

La fiducia posta dal presidente De Luca su di un importante provvedimento di legge come il collegato al Bilancio significa impedire ogni dibattito e ogni discussione in aula“.

Lo ha detto la capogruppo del M5S Valeria Ciarambino, la quale rimarca. “E’ un segno di grandissima debolezza, una visione distorta della democrazia: la chiamerei delucrazia. E’ un testo blindato usato contro di noi. Vogliono farci pagare il prezzo di non esserci piegati al ricatto politico, alla proposta indecente della maggioranza. Ci avevano chiesto, infatti, di non discutere in aula tutti i nostri emendamenti e in cambio avrebbero garantito l’approvazione sicura di 3 o 4 nostri provvedimenti”.

Le dichiarazioni della Ciarambino arrivano a Mattina 9, il programma di Canale 9 – 7 Gold.

Abbiamo detto ‘no’ al ricatto politico tentato dagli ‘ambasciatori’ di De Luca. Le nostre proposte non sono barattabili. Noi puntiamo a migliorare la vita dei cittadini in settori che vanno dalla sanità, trasporti, mobilita, taglio dei costi della politica”.

Secondo la Ciarambino, “De Luca ponendo la fiducia mostra la sua debolezza e i suoi timori sulla tenuta della maggioranza. Ma soprattutto ha paura che il Movimento 5 stelle porti all’interno del palazzo le vere istanze dei cittadini e quindi poi assumersi la responsabilità politica di bocciarle”.

Con un colpo di mano“, spiega ancora la capogruppo, “Si è esautorato il Consiglio regionale della sua funzione. Questo potere di fiducia discrezionale nasce dalla insensata modifica del nuovo Statuto a cui solo il M5S si è opposto. Abbiamo fatto le barricate. Addirittura in segno di protesta si è imbavagliato per contestare le nuove norme”.

L’approvazione del Collegato è un passaggio delicato”, conclude la consigliera. “Voglio ricordare la recente impugnativa, la seconda, del Consiglio dei Ministri che richiama De Luca e la sua giunta a falsare i bilanci”.