30 Settembre 2022

Caserta, bovini malati venduti a una macelleria: il sequestro

Caserta, bovini affetti da tubercolosi destinati a una macelleria di Benevento: nei guai tre persone. La scoperta dei Carabinieri

Caserta

A Casola, frazione collinare di Caserta, i Carabinieri della stazione Forestale hanno sorpreso due individui intenzionati a trasportare sull’autocarro tre bovini malati. I quadrupedi, affetti da tubercolosi, erano destinati a una macelleria di Benevento. A finire nei guai, dunque, il proprietario dei bovini che aveva deciso di vendere gli animali e il titolare della macelleria a cui i capi di bestiame erano destinati.

Dalle informazioni raccolte finora è emerso – grazie agli accertamenti dei veterinari dell’Asl di Caserta – che i bovini caricati sul mezzo non erano quelli indicati sulla bolla di accompagnamento. In uno dei tre animali destinati al commercio è stata riscontrata una grave tubercolosi bovina, oggetto di ordinanza di abbattimento totale emanata dall’Asl nel 2020. Si sostiene ipoteticamente che anche gli altri due animali provenissero dalla mandria da abbattere. Alla luce dell’attuale situazione, i militari dell’arma di Caserta hanno proceduto al sequestro preventivo dell’autocarro adibito al trasporto di animali vivi e del “modello 4” di movimentazione degli animali, mentre i tre capi bovini sono stati sequestrati dall’Asl casertana. I soggetti, invece, sono stati deferiti in stato di libertà, in concorso tra di loro, per emissione in commercio di animali affetti da tubercolosi con conseguente pericolo per la salute pubblica, nonchè per il mancato rispetto delle norme attinenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: “MASCHERINA OBBLIGATORIA IN CAMPANIA, DE LUCA FIRMA LA NUOVA ORDINANZA