Mer - 27 Ottobre 2021
Homemedicina e saluteBaby Pit Stop: una sosta sicura per allattare al seno

Baby Pit Stop: una sosta sicura per allattare al seno

Covid-19

Italia
75,046
Totale casi Attivi
Updated on 27 October 2021 8:32

Baby Pit Stop: allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque. Con le nuove postazioni la ASL NA 3 assicura questo diritto

L’UNICEF Italia, nell’ambito dell’iniziativa “Ospedali & Comunità Amici dei Bambini”, si è posta come obiettivo l’allestimento in Italia di 1.000 Baby Pit Stop UNICEF.
Ambienti protetti, in cui le mamme si sentano a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino.

Cosa sono i Baby Pit Stop

L’allattamento al seno non ha orari fissi, né un numero definito di poppate nell’arco della

Baby Pit Stop 2
Baby Pit Stop

giornata. Esistono molteplici modi di allattare ed è difficile per le mamme prevedere dove e quando il bambino chiederà di nutrirsi. Inoltre, molte mamme prolungano l’allattamento ben oltre i primi mesi di vita dei bambini, ottemperando alle raccomandazioni dell’UNICEF e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Fonte UNICEF).
Il Baby Pit Stop UNICEF è un servizio gratuito, reso riconoscibile dal simbolo riportato qui.

La UOC Assistenza Consultoriale e Medicina di Genere, della ASL NA 3 Sud, il cui direttore è il dott. Luigi Granato, nell’ambito del Programma C del Piano Regionale di prevenzione, la cui responsabile è la dott. ssa Giusy Di Lorenzo, ha predisposto nelle sedi Consultoriali e nelle sedi dei Distretti Sanitari i Baby Pit Stop.
Dopo il periodo estivo avverranno le varie inaugurazioni.

Il Baby Pit Stop, prevede:

    • una comoda sedia o poltroncina
    • un fasciatoio o altra superficie idonea per il cambio del pannolino
    • e dove possibile, un angolo attrezzato per il gioco dei bambini.

BPS FasciatoioAl Baby Pit Stop possono fermarsi tutte le mamme, sia che allattino o che usino il biberon, secondo le linee UNICEF. Il BPS non sarà usato per pubblicizzare o promuovere in alcun modo latte artificiale, pappe, biberon e tettarelle.

Al momento già al Museo MADRE è presente una “postazione” che ha dotato la struttura di uno spazio permanente dedicato alle donne e ai bambini secondo quanto prevede la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Segui le notizie qui

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE