18 Ottobre 2022

Autodichiarazione bonus 150 euro: dove trovarla e come compilarla

AUTODICHIARAZIONE BONUS 150 EURO - In arrivo il bonus 150 euro del decreto Aiuti del governo Draghi. Ecco a chi spetta

Bonus 550 euro Inps 2022 isee bonus bollette 2023

AUTODICHIARAZIONE BONUS 150 EURO – In arrivo il bonus 150 euro del decreto Aiuti del governo Draghi. Il Decreto Aiuti-ter prevede una serie di “misure a sostegno di famiglie e imprese per contrastare l’aumento dei costi energetici e ridurre il loro impatto sulle spese dei cittadini e sulle attività produttive del Paese“. Il bonus dovrebbe partire nel mese di novembre 2022.

I lavoratori dipendenti che hanno una retribuzione fino a 1.538 euro lordi riceveranno un bonus di 150 euro una tantum. I lavoratori per ottenerlo dovranno presentare un’autodichiarazione al proprio datore di lavoro (uno solo, in caso di più rapporti di lavoro) in cui si dichiara che non si percepiscono altri bonus.

Come riportato da Tag24.it, all’interno dell’autodichiarazione bonus 150 euro i lavoratori dovranno dichiarare:

  • di non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 1° Ottobre 2022;
  • di non essere componente di nucleo familiare beneficiario di Reddito di cittadinanza (Rdc) di cui al decreto-legge n. 4/2019;
  • che la presente dichiarazione è resa al solo datore di lavoro che provvederà al pagamento dell’indennità; (nel caso in cui di più rapporti di lavoro)
  • che le dichiarazioni rese e i documenti allegati rispondono a verità;
  • di essere consapevole che l’indennità una tantum di 150 euro spetta ai lavoratori dipendenti con una retribuzione imponibile nel mese di Novembre 2022 non eccedente l’importo di 1.538 euro
  • di essere consapevole che, in caso di dichiarazioni non rispondenti a verità, oltre a incorrere nelle sanzioni stabilite dalla legge, l’indennità non spettante sarà recuperata.

Sebbene il modello di autodichiarazione non sia stato ancora reso noto dal sito dell’Inps, questo non dovrebbe discostarsi molto da quello diffuso per il bonus 200 euro. Restiamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.