Afragola: pestano a sangue 17enne, arrestati



poliziotti

Frequentava la ex di un pregiudicato: diciassettenne pestato a sangue ad Afragola.

Cinque giovani, di età compresa tra i 16 e 23 anni, si sono resi protagonisti di un violento pestaggio ai danni di un giovane diciassettenne originario di Casoria. Il pestaggio, secondo quanto si apprende, è stato una vera e propria spedizione punitiva nei confronti del giovane ragazzo.

La vittima è stata attirata in una vera e propria trappola dopo aver ricevuto un invito dal gruppo di ragazzi, nel Comune di Afragola, presso l’abitazione di un  pregiudicato di 23 anni, T.C:, detenuto agli arresti domiciliari. Arrivato sul posto il giovane di Casoria è stato violentemente aggredito da T.C. sino a perdere i sensi. Credendolo morto, T.C. ordinava al branco di sbarazzarsi del corpo. I giovani hanno abbandonato il corpo esanime tra le campagne di Afragola. Poche ore dopo, T.C. si recava sul posto per accertarsi se la vittima fosse effettivamente deceduta o meno, accorgendosi che era ancora viva lo caricava sulla propria auto e lo conduceva presso l’Ospedale San Giovanni Bosco minacciandolo di non fare parola con nessuno su quanto accaduto.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno accertato il movente dell’aggressione. Secondo quanto emerso dalle indagini, il diciassettenne di Casoria era stato attirato nella trappola come punizione: da alcuni mesi frequentava una ragazza, ex del pregiudicato. Il branco è stato identificato e fermato.

Leggi anche