Acerra, senza stipendio a due anni sale su una gru: “Voglio un lavoro”

acerra

Un lavoratore dell’ex Consorzio di Bacino si è arrampicato per protesta su una gru davanti presente nel cantiere per il restauro del castello di Acerra

Attimi di paura ad Acerra, alla periferia Nord di Napoli, dove un uomo, dipendente dell’ex Consorzio Unico di Bacino (Cub) è salito sulla gru di un cantiere e si è barricato a trenta metri d’altezza.

Il lavoratore non percepisce alcuno stipendio da oltre due anni e vive senza alcuna prospettiva lavorativa. In una situazione simile sono tutti i dipendenti Cub, che ammontano a circa 1300 lavoratori, rimasti senza lavoro e senza stipendio dopo la messa in liquidazione dell’ente.

L’uomo, arrampicato sulla gru, chiede ora un incontro con i vertici regionali, per trovare una soluzione a questa triste situazione.

Secondo quanto riportato da Il Mattino, alcuni addetti del cantiere hanno tentato di far desistere l’ex Cub facendo muovere il braccio della gru. Protestando ulteriormente, dall’alto dei trenta metri della gru, l’uomo avrebbe esclamato: “E’ una vergogna, muovono la gru per farmi cadere: operai del cantiere contro di me, che sono anch’io operaio”