Ricollocami Regione Campania, il programma è prorogato a maggio 2018

ricollocami

Il programma Ricollocami rivolto a chi ha perso il lavoro e a chi percepisce ammortizzatori sociali è stato prorogato al 31/5/2018

Su autorizzazione del Referente Unico del PAC, la chiusura delle attività previste per il 31/12/2017 è stata prorogata al 31/05/2018; il Programma “Ricollocami”, attivo in Regione Campania, è rivolto a tutti coloro che hanno perso il lavoro e sono percettori di ammortizzatori sociali.

Il Programma prevede che il percettore possa fruire di servizi di orientamento specialistico e di accompagnamento al lavoro.

Come aderire:

per aderire al Programma, il percettore deve iscriversi al portale www.cliclavoro.lavorocampania.it e con le credenziali ricevute accedere alla propria area riservata nella sezione ‘Programma Ricollocami’, dove dovrà perfezionare la sua adesione indicando il servizio competente con il quale intende attivare il proprio percorso.

Al termine della adesione riceverà una mail di conferma e dovrà attendere la convocazione da parte dell’operatore scelto, al quale sarà tenuto a presentarsi.

Ricollocami dispone che possano essere erogate fino a otto ore di orientamento specialistico, con obbligo di rilascio del Libretto formativo del Cittadino.

Gli incentivi

Il Programma riconosce un incentivo a favore delle aziende che assumono a tempo indeterminato pari a € 7000.

I servizi di accompagnamento al lavoro sono riconosciuti all’operatore solo a risultato nella misura di:

  • € 3000 per l’assunzione a tempo indeterminato, di € 2000 per le assunzioni a tempo determinato, di durata non inferiore a 12 mesi;
  • € 1000 per le assunzioni in somministrazione di durata non inferiore a nove mesi.

La Direzione Generale per l’istruzione, la formazione, il lavoro e le politiche giovanili della Regione con propria circolare chiarisce che “i periodi non inferiori a 12 mesi per il tempo determinato e non inferiori a 9 mesi per la somministrazione potranno essere raggiunti anche in conseguenza della prosecuzione di un contratto a tempo determinato o di somministrazione avente durata originaria inferiore a quella minima indicata, qualunque essa sia e, nel caso di somministrazione anche con una pluralità di utilizzatori”.