17 Luglio 2022

Virus delle zanzare: sintomi del west nile

Virus delle zanzare: sintomi del west nile

Virus delle zanzare: sintomi del west nile, la prima vittima ieri nel Nord Italia

Virus delle zanzare: sintomi del west nile, la prima vittima ieri nel Nord Italia.

Il virus west nile o anche conosciuto come virus delle zanzare ha fatto la prima vittima in Italia: ieri un anziano di 83 anni è morto in Veneto dopo essere risultato positivo al virus, un altro paziente è ricoverato con la stessa patologia mentre si stanno effettuando accertamenti su un terzo paziente.

Un allarme ma non una vera e propria emergenza come ricorda l’Istituto Superiore di Sanità in quanto il virus è particolarmente pericoloso solo per i soggetti molto anziani o per chi è altamente debilitato da altre patologie.

Come si trasmette il virus west nile?

Il metodo preventivo più efficace per tutelare l’essere umano consiste nell’evitare le punture di zanzara, tramite l’uso di repellenti cutanei e soggiornando quanto più possibile in ambienti protetti da zanzariere e/o provvisti di diffusori di insetticidi ad uso domestico.

Per evitare che le zanzare possano riprodursi facilmente, aumentando il rischio di trasmissione del virus, si consiglia per esempio di svuotare frequentemente i sottovasi di fiori o altri contenitori con acqua stagnante, cambiare spesso l’acqua nelle ciotole per gli animali e tenere le piscinette per i bambini in posizione verticale quando non sono usate.

Per evitare che le zanzare possano riprodursi facilmente, aumentando il rischio di trasmissione del virus, si consiglia per esempio di svuotare frequentemente i sottovasi di fiori o altri contenitori con acqua stagnante, cambiare spesso l’acqua nelle ciotole degli animali e tenere le piscinette per i bambini in posizione verticale quando non sono usate. (fonte Ministero della Salute).

Sintomi del virus west nile:

Febbre, mal di testa, mal di gola, dolorabilità muscolare ed articolare, congiuntivite, rash cutanei solitamente sul tronco, sulle estremità e sulla testa, linfoadenopatia, anoressia, nausea, dolori addominali, diarrea e sindromi respiratorie.

Meno dell’1% presenta grave sintomatologia neurologica classificabile in tre sindromi principali: meningite, encefalite, poliomielite (paralisi flaccida acuta). – FONTE MINISTERO DELLA SALUTE.

LEGGI ANCHE IL SEGUENTE ARTICOLO: CORONAVIRUS, BOLLETTINO DELLA REGIONE CAMPANIA

Seguici su Facebook e resta aggiornato con NAPOLI ZON per tutte le notizie relative alla Città di Napoli e non solo (clicca qui e metti mi piace alla nostra pagina ufficiale social per restare sempre connesso con noi in ogni momento della giornata).