14 Settembre 2022

Violentata turista stazione di Napoli: arrestato 40enne

Violentata turista stazione di Napoli: turista è stata avvicinata da un uomo, un senegalese di quarant’anni che ha abusato di lei

violentata turista stazione di napoli

VIOLENTATA TURISTA STAZIONE DI NAPOLI-Una serata a dir poco traumatizzante per una giovane donna di 28 anni. Dopo una serata trascorsa al centro storico, lei una turista italiana di un’altra regione, acompagnata da un’altra ragazza, sua amica, si erano addormentate in macchina. Il loro intento era ripartire verso casa nella mattinata di lunedì.

A un tratto però una delle due, si è svegliata nel bel mezzo della notte e non ha trovato l’amica accanto a sé. A questo punto si è preoccupata e si è diretta alla STAZIONE NAPOLI CENTRALE: luogo poco distante da dove avevano parcheggiato l’auto. Proprio qui le due ragazze, precedentemente, avevano concordato un punto di ritrovo qualora si fossero perse di vista.

Cosa è accaduto

La ragazza stava affrontando una delle peggiori situazioni che potesse aspettarsi. Camminava per le strade sconosciute, quando si è persa ed è stata avvicinata da un uomo, un senegalese di quarant’anni senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo si è offerto di accompagnarla alla stazione, indicandole la strada che lei aveva smarrito. Solo che invece di condurla in piazza delle Medaglie d’Oro, l’ha guidata in un’area, poco distante. E lì l’ha violentata. Poi si è dileguato.

La giovane, sotto choc, è riuscita poi a raggiungere la stazione e a incontrare l’amica. Questa non appena saputo dell’accaduto l’ha accompagnata a sporgere denuncia negli uffici della Polfer. Subito gli agenti hanno chiamato un’ambulanza, che ha portato la vittima all’ospedale per i soccorsi e le visite del caso.

Grazie alle precise descrizioni della ventottenne e alle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, gli agenti hanno rintracciato il presunto autore della violenza. L’uomo, messo alle strette, ha ammesso il rapporto con la turista, affermando però che si sarebbe trattato di un incontro consensuale. Una versione che non ha convinto gli inquirenti neppure per un istante. I suoi abiti sono stati sequestrati per essere analizzati. La vittima l’ha poi incontrato e riconosciuto come autore della violenza. Il quarantenne è stato portato alla Dozza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Traffico di organi migranti: vendersi per arrivare in Italia