Il viaggio in treno finisce in ospedale. Arrestato un ucraino

Antonio Nicolao

Un uomo è stato ricoverato all’ospedale Loreto Mare dopo una coltellata in treno. Arrestato l’aggressore, un ucraino residente ad Acerra

Un viaggio in treno che si trasforma in un dramma per un povero passeggero. Uno straniero, di origini ucraine, è andato improvvisamente in escandescenza su un vagone, ferendo una persona.

L’AGGRESSORE – Si tratta di un uomo ucraino di 31 anni residente ad Acerra, provincia di Napoli. Per lui sono subito scattate le manette, nonostante un maldestro tentativo di fuga, lanciandosi da un’altezza di ben sette metri.

viaggio

I carabinieri del nucleo operativo di Poggioreale lo hanno arrestato per minaccia aggravata, lesioni personali e porto illegale di strumenti atti ad offendere. La pattuglia, intenta nel giro di perlustrazione del territorio, passava per via Gianturco, ed è stata fermata da alcuni cittadini che hanno avvisato i carabinieri del fatto, accaduto nell’area delimitata dal cavalcavia ferroviario e il muro di una abitazione privata.

I militari hanno immediatamente individuato l’uomo, trovandogli nella tasca, un pericoloso coltello a serramanico.

E’ stato richiesto l’immediato intervento del 118 per il trasporto all’ospedale Loreto Mare perché l’uomo accusava dolori lancinanti alle gambe dovuti alle lesioni che si era procurato oltrepassando le barriere di delimitazione dei binari, lanciandosi da 7 metri sulla strada sottostante.

IL FATTO – Verso le ore 18.30 il 31enne era salito a bordo del treno regionale Caserta – Napoli Campi Flegrei alla stazione di Casalnuovo e che, una volta bordo del mezzo, durante il viaggio, armato di coltello e in apparente stato di agitazione, aveva cominciato, sembrerebbe in modo improvviso, a inveire, con parole aspre e violente, contro i passeggeri colpendo al volto un 57enne cittadino di Padula (Salerno).

Vittima e aggressore sono stati entrambi trasportati d’urgenza alla sede ospedaliera Loreto Mare. Al primo è stata diagnosticata una ferita da taglio alla guancia sinistra e all’orecchio con una prognosi di almeno dieci giorni. Al secondo, invece, diagnosticate contusioni multiple ed escoriazioni da precipitazione guaribili in almeno cinque giorni. Per lui anche stato di alterazione dovuto, molto probabilmente, a sostanze stupefacenti e alcoliche.

L’uomo è stato ricoverato in osservazione, tenuto sotto controllo dai carabinieri in attesa di rito direttissimo.