Via ai finanziamenti per l’eco-distretto di Napoli Est

finanziamenti

L’obiettivo per il 2016 è portare avanti i miglioramenti della politica sui rifiuti. Via ai finanziamenti per l’eco-distretto che da Scampia si sposta nella zona industriale di Napoli

“L’eco-distretto non cambia solo indirizzo, cambia anche modalità grazie ai finanziamenti approvati dalla regione” ha dichiarato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris nell’intervista pubblicata sullo spazio multimediale del comune di Napoli.

L’eco-distretto, ovvero un impianto di compostaggio anaerobico, doveva sorgere  nella zona Nord di Napoli nei pressi dell’isola ecologica e dell’autoparco di Scampia ; il sindaco Luigi De Magistris ha dichiarato che il sito verrà spostato nella zona orientale della città.

Il comune – ha spiegato il primo cittadino – ha ottenuto una linea di finanziamenti necessari che erano stati negati in precedenza dalla giunta Caldoro, pertanto si è potuto modificare il progetto iniziale avendo ricevuto l’appoggio da Palazzo Santa Lucia.

Le risorse non saranno impiegate solo per la creazione dell’eco-distretto,un area spaziosa adibita non solo al compostaggio ma anche al recupero di tutti i rifiuti,  ma saranno sfruttate anche per la creazione di piccoli siti di compostaggio “leggeri” e diffusi in tutte le zone cittadine in cui si può attuare una compostiera leggera, come nei parchi, nei giardini o in alcuni condomini. L’obiettivo per il 2016 è quindi quello di migliorare e portare avanti la politica sui rifiuti della giunta De Magistris che vuole apportare miglioramenti nella raccolta  meccanica dei rifiuti e il completamento delle isole ecologiche.