Truffe agli anziani: si fingevano carabinieri

nuova truffa

Si fingevano carabinieri per portare a termine truffe agli anziani. Arrestati gli ultimi dell’organizzazione criminale con sede nel napoletano

Sono stati arrestati gli ultimi due indagati dell’organizzazione criminale napoletana che si occupava di truffe agli anziani. I membri della banda, che non si limitava ad operare nella zona napoletana, si fingevano carabinieri per portare avanti le loro truffe.

Contro di loro erano state emanate dodici misure di custodia cautelare. Riusciti, però, a scappare al blitz dei carabinieri di venerdì scorso, sono stati individuati e fermati dalle forze del’ordine in questi giorni.

Uno dei membri dell’organizzazione è stato arrestato in provincia di Caserta. Si tratta di un 22enne. Il giovane è stato fermato ad Arienzo. È stato possibile individuarlo grazie all’intervento delle forze dell’ordine della Compagnia di Maddaloni. Il 22enne è stato, poi, ricollegato alla casa circondariale di un altro comune della provincia di Caserta, quello di Santa Maria Capua Vetere.

Sempre molto giovane è l’altro membro coinvolto nelle truffe agli anziani. Questa volta si tratta di un 23enne, fermato nel quartiere di Scampia di Napoli. Il giovane, infatti, era in casa di una parente. Grazie alla collaborazione dei militari del comando provinciale di Napoli, è stato possibile rintracciarlo e arrestarlo. Al 23enne sono stati riservati gli arresti domiciliari. Una volta fermato, quindi, il giovane è stato scortato presso la propria abitazione.

 

Fonte Il Mattino