Trieste sommersa dai rifiuti, il sindaco “Non siamo mica a Napoli”

Trieste

Ennesima infelice dichiarazione contro la città partenopea, stavolta da parte del sindaco di Trieste, in merito alle attuali condizioni del comune friulano

“Quando vedete questi disservizi […] telefonatemi, perché noi non siamo a Napoli, siamo a Trieste“. L’ha detto oggi il sindaco del comune friulano, Roberto Dipiazza, in un video pubblicato sulla sua pagina facebook. Questa è l’ennesima, pessima, dichiarazione sul capoluogo campano, pronunciata in merito ai recenti disservizi presenti nella città settentrionale, che, nel video in questione, sembra essere sommersa dai rifiuti.

Un video che ha scatenato una bufera mediatica: decine di commenti negativi sono apparsi sulla pagina del politico, che è stato accusato di razzismo, ignoranza e cattiva informazione. Le reazioni, generalmente negative di utenti che provengono da tutta Italia, hanno sottolineato una forte solidarietà nei confronti della città più grande del Meridione italiano, che è stata spesso oggetto di disprezzo e odio. Una solidarietà che dovrebbe essere promossa dai politici del nostro Paese; i comportamenti di questi ultimi troppo spesso si rivelano, invece, inappropriati alle cariche rivestite.

Un recente comunicato stampa dell’Ufficio del Comune di Napoli ha riportato le dichiarazioni di Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, in merito a ciò che è accaduto:
«È davvero un peccato che una bellissima città come Trieste sia guidata da un Sindaco che cede ai luoghi comuni più banali e beceri su Napoli.
Sono certo che i cittadini triestini sono molto più seri di un’Amministrazione che, a quanto pare, non è in grado neanche di gestire il problema della spazzatura in una città che è grande quanto un quartiere di Napoli.
Dal 2011, da quando c’è questa Amministrazione, le immagini dei rifiuti a Napoli sono solo un pallido ricordo.
Napoli è la città italiana che cresce di più in termini culturali e turistici, e capisco bene che ad alcune realtà politiche e territoriali del Nord questa cosa possa dare grande fastidio.
Ma noi siamo un popolo accogliente per natura, per cui voglio solo rivolgere un invito caloroso a tutti i cittadini triestini di venire a visitare la nostra bellissima città. Nonostante tutti i suoi problemi, che nessuno mai ha negato, tornerete a casa carichi di una bellezza e di una meraviglia che non ha eguali al mondo»