Trasporti in tilt, De Magistris: “E’ stato un atto criminale, agiremo con rigore”

de magistris

Caos trasporti a Napoli: dopo la terribile giornata di ieri il sindaco Luigi de Magistris fa chiarezza, condannando duramente l’agitazione sindacale che ha fermato il trasporto pubblico

Trasporti pubblici napoletani bloccati a causa dei manifestanti, Luigi de Magistris non ci sta e annuncia duri provvedimenti contro coloro che nella giornata di ieri hanno paralizzato una città intera.

“Ho chiesto al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ci sia il rigore necessario per affrontare un tema che non è sindacale, ma criminale ha tuonato il sindaco di Napoli. I dipendenti dall’azienda Samir, incaricata del servizio pulizie nelle stazioni Anm, avevano dato vita ieri ad una protesta sindacale, che ha paralizzato il trasporto pubblico cittadino quasi per l’intera giornata.

“È un fatto gravissimo”, dice de Magistris, “un’azione criminale a mio avviso preordinata, non si mettono detriti sul punto di scambio dei binari, non si produce un danno così devastante ai napoletani.” 

Ciò che non appare ancora chiaro, inoltre, è il motivo che ha originato una simile agitazione sindacale. “Non ci sono né posti di lavoro, né stipendi a rischio – ha chiarito l’ex pm – quindi bisogna che tutti quanti – forze investigative, comune, prefettura, e forze politiche  – analizzino bene quello che è accaduto. Siamo in una fase delicata per la città, di campagna elettorale, e di rilancio di Anm nella quale avviene una rottura definitiva di alcuni grumi di interesse.”

Il Comune, conclude il Sindaco, è parte offesa, al pari dei cittadini che hanno affrontato un gravissimo disagio per quanto accaduto ieri.