Tragedia sfiorata allo stadio di Scampia, si stacca guaina dal tetto mentre i bimbi erano in campo



tragedia sfiorata allo stadio di scampia
dal profilo Facebook dell'attivista Nunzio Marigliano

Tragedia sfiorata allo stadio di Scampia, guaina si stacca dal tetto degli spogliatoi. Miracolosamente illesi i ragazzini che erano in campo. LE FOTO

Tragedia sfiorata allo stadio Landieri di Scampia, ieri sera, poco prima delle 18, una forte folata di vento ha staccato la guaina dal tetto degli spogliatoi. In quel momento alcuni ragazzini stavano disputando una partita, ma, fortunatamente, sono rimasti illesi.

Tanta la rabbia di chi, da anni, si batte per la riqualificazione dello stadio Antonio Landieri, intitolato ad una vittima innocente di camorra.

Nunzio Marigliano, uno storico attivista di Scampia, pochi minuti fa, ha commentato la trieste vicenda sui social, esprimendo rabbia ed indignazione e chiedendo il sostegno delle autorità competenti.

“Adesso lo stadio Landieri è chiuso, giustamente, come han chiuso la piscina Galante…– ha scritto Marigliano- Lo sport a Scampia sta morendo,chiudere è la cosa più semplice…ma questi giovani cosa faranno? dove andranno? Quanto tempo dobbiamo attendere per tornare alla normalità? In queste situazioni tutte le istituzioni devono aiutarci…”.

“Sono stati stanziati circa 38mila euro per quest’anno- ha continuato Marigliano– ma sono ancora fermi dalla burocrazia”. 

Secondo quanto riportato da Il Mattino, Pietro Monfreda, l’allenatore della scuola calcio che ieri sera era in campo, ha raccontato quegli attimi di terrore: «Abbiamo avuto veramente paura perché quella guaina ha rischiato di ucciderci. Solo per caso non ha colpito i ragazzi che in quel momento passavano di li. Il vento ha portato via l’intero pezzo di guaina, a testimonianza del fatto che questo impianto sportivo necessita di importanti e urgenti lavori di manutenzione.

Non si può affidare alla buona sorte l’incolumità dei nostri ragazzi – ha continuato il mister – la politica ha il dovere di mettere a disposizione di un territorio una struttura sportiva efficiente e soprattutto sicura. Subito dopo il crollo abbiamo portato via i nostri ragazzi. Adesso speriamo che al più presto il Comune o la Municipalità intervengano per mettere tutto in sicurezza e per ridare ai giovani di Scampia il loro campo sportivo».

Nella zona del parcheggio dello stadio, sempre a causa del vento, è caduto un grande albero ed ha sfiorato alcune auto in sosta, tra cui quella di un genitore che aspettava la fine degli allenamenti dal figlio.

Leggi anche