Stupefacenti, arresti nella “Napoli bene”

stupefacenti

Per traffico e spaccio di stupefacenti, diciotto persone sono finite in manette. Erano ricollegabili a due clan della zona del napoletano.

I carabinieri della Compagnia Vomero hanno indetto un’Ordinanza di Custodia Cautelare nei confronti di diciotto persone, ritenute responsabili di traffico e spaccio di stupefacenti. La droga che giungeva dalla Spagna, finiva nei quartieri della “Napoli bene“, luoghi da cui sono partite le indagini. Gli arrestati facevano parte di due associazione a delinquere, come attestato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. La prima associazione, riconducile alla famiglia “Nettuno” attiva a Marano e contigua al clan “Polverino”, aveva il compito di immettere sul mercato ingenti quantitativi di stupefacenti , provenienti dalla Spagna, grazie alla presenza di un latitante rifugiatosi nella penisola iberica. La seconda associazione,  attiva al Vomero, zona Arenella, e sull’isola di Ischia era dedita allo spaccio nelle sue zone di influenza.