Stalking: 36enne, denunciato dalla moglie, finisce in manette

stalking

Un uomo di 36 anni di San Giorgio a Cremano, accusato di stalking, finisce in manette. A denunciarlo è stata la moglie, vittima di insulti e minacce

Ancora un caso di stalking. A finire in manette è un uomo di 36 anni di San Giorgio a Cremano.

La denuncia è partita dalla moglie che a giugno ha segnalato l’accaduto ai militari, dopo mesi di sopportazione.

A causa delle continue vessazioni del marito, la donna a marzo aveva lasciato la loro abitazione e immediatamente erano cominciate telefonate di minaccia insieme a messaggi intimidatori.

L’uomo, con problemi di alcol e droga, aveva tentato di riallacciare i rapporti con la donna, ma di fronte al rifiuto, non ha esitato a presentarsi sotto la casa in cui lei ha chiesto ospitalità e a cospargersi di benzina e darsi fuoco.

Soccorso immediatamente, l’uomo è stato ricoverato in codice rosso per ustioni gravi alle mani e alle orecchie.

Nonostante l’accaduto, non ha smesso di perseguitare la donna, minacciandola lo scorso 14 luglio di incendiare casa e auto.

La richiesta di aiuto della donna ha permesso ai militari di chiedere all’autorità giudiziaria un ordine di custodia cautelare per stalking. Il 36enne adesso è in carcere, in attesa del processo.